Salerno: Apoc su filiera agroalimentare

“Poco coordinamento e scarsa attenzione dalle Istituzioni: la filiera agroindustriale viene ancora penalizzata, mentre non si attenua la crisi dei consumi sul mercato interno. Diventa, quindi, indispensabile intensificare le azioni di promozione sui mercati esteri”. Il Presidente dell’Apoc Salerno* (Associazione Produttori Ortofrutta) – Angelo Garofano – sottolinea le difficoltà dei produttori del settore ortofrutticolo nel fare fronte alle gravi problematiche derivanti dal prolungarsi della crisi congiunturale ed annuncia il rafforzamento delle iniziative promozionali all’estero ufficializzando il programma per il 2013. L’ortofrutta salernitana presente nelle principali “vetrine” internazionali. Apoc Salerno parteciperà al “Fruit Logistica” di Berlino e al “BioFach” di Norimberga nel prossimo mese di febbraio. Il Presidente Angelo Garofano: “La qualità delle nostre produzioni e la ricerca di nuovi spazi di mercato sono alla base del programma che abbiamo messo a punto per il 2013. Queste iniziative si inseriscono nella strategia che ha come riferimento principale la costruzione di filiere lunghe, capaci di valorizzare i nostri prodotti aggregando le piccole aziende e, nello stesso tempo, avendo ben chiaro l’obiettivo di promuovere le singole unità produttive all’interno di una politica di marchio ben riconoscibile”. L’Apoc parteciperà al “Fruit Logistica” di Berlino (6-8 febbraio 2013), una delle più importanti e note fiere internazionali in materia di esposizione e commercio di prodotti ortofrutticoli freschi. In particolare, il “Fruit Logistica” è un salone specializzato che offre una piattaforma di presentazione a tutti i settori del commercio ortofrutticolo internazionale.  Gli espositori possono in questo modo fare conoscere le  offerte dei propri prodotti e servizi, nonché il proprio know-how in termini di commercializzazione e produzione. La manifestazione, inoltre, ha carattere borsistico, consentendo agli espositori ed ai visitatori professionali di incrociare domanda ed offerta. Dal 13 al 16 febbraio 2013 l’Apoc sarà, inoltre, presente per la prima volta al “BioFach” di Norimberga, il salone mondiale dedicato ai prodotti biologici. I numeri dell’ultima edizione di questa manifestazione consentono di rendersi conto della sua importanza strategica a livello mondiale. Nel 2012 hanno partecipato 40.315 buyer professionali di 130 Paesi e 2.420 espositori. In occasione della prossima edizione il settore “bio” sarà oggetto di uno specifico “focus”. L’Apoc ha ritenuto di partecipare a “BioFach” in quanto ritiene indispensabile dare visibilità alle proprie referenze bio – principalmente prodotti a foglia baby leaf, pomodoro da industria, asparagi, frutta, legumi- aumentate nel 2012 in maniera notevole sia in termini di quantità che dal punto di vista della diversificazione produttiva. *Aderiscono all’Apoc 139 soci singoli e ventisei cooperative agricole alle quali fanno riferimento cinquecentoventuno soci con un valore della produzione che nel 2013 si aggirerà – rispetto ai circa quaranta dell’anno in corso – intorno ai cinquanta milioni di euro (di cui 12 milioni derivanti dal conferimento di pomodoro alla trasformazione industriale). Gli ettari sui quali si estendono le colture sono circa 3.000 ubicati in varie regioni. L’Apoc Salerno si colloca nella categoria delle organizzazioni di produttori riconosciute, in forma di cooperativa agricola, dalla Regione Campania. Oltre al pomodoro da destinare all’industria di trasformazione conferisce ai canali della grande distribuzione organizzata uva da tavola, insalatine da taglio, legumi, asparagi, ciliegie ed ancora altre tipologie di ortofrutta.