Cava de’ Tirreni: tavolo in prefettura su Se.T.A. spa

Questa mattina in Prefettura, incontro dinnanzi al Prefetto di Salerno Sabatino Marchione dei soggetti protagonisti della vertenza Se.T.A. A rappresentare il Comune di Cava de’ Tirreni, titolare del 44,75% del pacchetto azionario della società, l’assessore al Lavoro Vincenzo Lamberti, per il Comune di Nocera Inferiore, anch’esso proprietario nel 44,75%, la struttura commissariale con a capo il prefetto Piero Mattei, per la Se.T.A. spa, il presidente ing. Francesco Bonfiglio, il componente del Consiglio di Amministrazione Lucio Bisogno, il direttore arch. Franco Sassaroli e alla presenza delle rappresentanze sindacali dei lavoratori. Sotto osservazione il cantiere di Nocera Inferiore, dove i dipendenti vantano stipendi arretrati per il mancato pagamento da parte del Comune di quanto dovuto alla Se.T.A. Il tavolo di questa mattina si è rivelato proficuo perché si è registrata massima disponibilità da parte del Commissario Mattei a reperire le necessarie risorse economiche per saldare la mensilità di maggio e pagare quella di giugno. Il dott. Mattei ha riferito di avere trovato nel bilancio del Comune commissariato circa 600 mila euro necessari a tener fede a tale impegno. E che si stanno trovando altri fondi per pagare anche la quattordicesima. Il mondo sindacale che continua a restare scettico, stanco di promesse, ha chiesto sul successivo tavolo tenutosi a Nocera con il commissario Mattei e i vertici Se.T.A. nel tardo pomeriggio, di accelerare le procedure per pagare le spettanze maturate dai dipendenti del cantiere di Nocera Inferiore.   “La nostra società- ha dichiarato l’assessore Vincenzo Lamberti- sta vivendo un momento di sofferenza nella liquidità non voluto da noi. Accogliamo con soddisfazione la disponibilità del commissario di Nocera per ripianare la falla che sta mettendo in ginocchio la società. Ciò potrebbe far tornare alla normalità l’azienda e il servizio offerto in quel Comune. A Cava, per fortuna, tali problemi non ci sono stati e nemmeno l’emergenza che altri centri della provincia hanno registrato sul fronte smaltimento dei rifiuti ci ha toccato, grazie all’efficienza della società. Mi auguro che in poco tempo arrivino gli stipendi per gli amici nocerini”.