Home » • Cilento e Vallo di Diano

Ascea: incontro regionale Misericordie “Forma.T”

Inserito da on 14 aprile 2015 – 01:41No Comment

Una tre giorni per promuovere la crescita e la formazione delle Misericordie della Campania in tutti gli ambiti di attività delle confraternite che operano nel sociale, nel soccorso e nella protezione civile. E’ questo l’obiettivo di Forma.T, la conferenza regionale che nei giorni di venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 aprile 2015 vedrà riunirsi ad Ascea (SA) circa 80 associazioni di volontariato, facenti parte delle Misericordie d’Italia. L’appuntamento rappresenta un’importante occasione di incontro e approfondimento sul territorio rivolto a dirigenti e responsabili delle Misericordie per sviluppare competenze tecniche, gestionali e associative affinché possano formarsi divenendo a loro volta punti di riferimento confederali negli ambiti delle diverse attività di assistenza. L’iniziativa è sostenuta da Spencer, società leader nella produzione e vendita di dispositivi medicali studiati per operare in ambito emergenziale. L’azienda italiana supporta questo meeting formativo credendo nell’importanza della formazione e dell’aumento delle conoscenze di chi opera nel settore del soccorso. Infatti Spencer da 26 anni mette al centro della propria filosofia l’ascolto degli operatori in prima linea e la valorizzazione delle loro competenze. A questo proposito durante l’appuntamento sarà possibile toccare con mano gli ultimi innovativi dispositivi messi a punto dall’azienda come la barella-portantina Cross Chair, i nuovi aspiratori Jet o il collare cervicale bivalva Spectar. Cuore della convention che si svolgerà presso la sede della Fondazione Alario per Elea-Velia Onlus, Viale Parmenide Marina di Ascea (Sa) saranno quindi i diversi percorsi di aggiornamento per formatori, istruttori e responsabili delle Misericordie in tutti i settori di attività: le tecniche di soccorso sanitario, l’addestramento alla defibrillazione precoce per i possessori di brevetto IRC, la protezione civile, la guida in emergenza; poi ancora l’orientamento al servizio alla persona,  il servizio civile nazionale (OLP e RLA), la gestione associativa e le nuove figure dell’operatore e dell’animatore di comunità. Un vero e proprio campus di formazione a 360 gradi per chi si impegna quotidianamente nel soccorso.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.