Cava de’ Tirreni: Comitato San Giuseppe al Pozzo riscrive ad Amministrazione comunale

Cava de’ Tirreni: Comitato San Giuseppe al Pozzo riscrive ad Amministrazione comunale

Nel ringraziare per aver comunque permesso attraverso la lettura in consiglio comunale nella seduta del 11 Novembre u.s.  delle due interrogazioni  che riguardavano:

  • Il divieto di transito dei mezzi pesanti in autostrada durante le ore notturne, con il conseguente disagio degli abitanti della zona, mentre tale divieto non c’è durante il restante arco di tempo della giornata.
  • La questione di canaletti pericolosi lungo tutto il tratto della Statale 18 dall’inizio del territorio di Cava fino all’altezza dell’incrocio con Via Pasquale Santoriello. Lavori effettuati dall’ASI.

Purtroppo trascorsi i famosi quattordici giorni canonici, ad oggi oltre a non aver risolto i problemi, non abbiamo ricevuto nessuna risposta in merito.

Da un primo riscontro verbale, ci è giunto voce che deliberatamente le Autostrade Meridionali dopo un’analisi del problema sono arrivati a questa determinazione dovuto al fatto che attraverso un monitoraggio effettuato hanno riscontrato un maggior passaggio degli automezzi pesanti durante le ore notturne, per cui hanno ritenuto interdire tale passaggio, mentre viene consentito durante il giorno proprio perché il transito è minore.

Se così fosse siamo al paradosso, ovvero che il pericolo durante il giorno non esiste, mentre diventa pericoloso il transito in autostrada durante le ore notturne.

Altro problema quello del canaletto, che con le piogge è diventato un vero e proprio canale, lungo tutta la statale 18, ormai in quelle condizioni da circa sei mesi, lavori eseguiti senza autorizzazione ( da quando riferito da una comunicazione “verbale”   dell’ufficio preposto) da parte dell’ASI.

Signor Presidente quello che fa più rabbia e non si riesce a capire, è il fatto che entrambi i problemi non afferrano direttamente al Comune di Cava, anche in termini economici, per cui non esiste neppure l’alibi che visto e considerato la situazione economica dell’Ente, non ci sono i fondi necessari per intervenire.

Signor Presidente e di concerto Signor Sindaco, vi preghiamo di intervenire presso le Autostrade Meridionali e l’Asi per la risoluzione dei problemi.

Purtroppo dobbiamo constatare nostro malgrado che non veniamo considerati  neppure per questioni inerenti problemi che interessano la nostra città,  di qui invitiamo l’intervento diretto di Lei Signor Sindaco affinché venga riconosciuto il giusto valore della nostra amata città.

 

 

 

Per  Il Comitato Spontaneo

di San Giuseppe al Pozzo

Avv. Pasquale Senatore