Montecorvino Pugliano: attivato procedimento centro sportivo polifunzionale a Bivio Pratole

Ai nastri di partenza l’intervento di un centro polifunzionale sportivo coperto a Bivio Pratole. Il progetto, dopo il lungo iter tecnico/amministrativo dei mesi scorsi con gli uffici del Ministero dell’Interno, nei prossimi giorni tornerà al vaglio della Giunta comunale, con la relativa presentazione che aprirà ufficialmente il percorso amministrativo per l’esecuzione dell’opera: gara d’appalto e consegna dei lavori. La nuova struttura comunale sarà realizzata grazie allo stanziamento di 440mila euro nell’ambito dell’iniziativa “Io gioco leGale”, inserita nel PON Sicurezza 2007-2013 cofinanziato dall’Unione Europea di cui è titolare il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, che prevede la realizzazione di ben 100 impianti sportivi in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, le quattro regioni Obiettivo Convergenza. L’intervento vedrà la realizzazione di un impianto sportivo polivalente coperto con campo da basket e pallavolo, come previsto dalle possibilità offerte dell’iniziativa, che sorgerà in prossimità dell’area dell’ex lottizzazione Franzese nella frazione di Bivio Pratole.Il nuovo centro polivalente sarà presumibilmente realizzato entro l’anno in corso e andrà idealmente ad alleviare il fabbisogno di strutture pubbliche aggregative nella popolosa frazione di Bivio Pratole. “Siamo sempre più vicini alla realizzazione di un centro sportivo polifunzionale a Bivio Pratole – dichiara il vicesindaco e assessore all’urbanistica Pierpaolo Martone. L’intervento, finanziato attraverso il progetto sociale del Ministero dell’interno denominato “io gioco legale”, doterà un’area del territorio densamente abitata di una struttura strategica, un centro sportivo che sicuramente concentrerà l’interesse della popolazione, specie quella giovanile. Questo nuovo risultato è frutto di programmazione, progettazione e realizzazione di idee sane e qualificanti per la comunità cittadina, percorso virtuoso che da tempo perseguiamo e che ci permette di rendere maggiormente fruibile il nostro territorio anche in tempi economicamente non proprio favorevoli come quelli che stiamo attraversando”. “Per la realizzazione di quest’opera – dichiara il sindaco Domenico Di Giorgio –  questa amministrazione è riuscita ad intercettare dei fondi statali. Altrettanto importante ritengo essere il messaggio che sottende tale opera, con la realizzazione della struttura pubblica donata al servizio della comunità proprio in un’area confiscata nei procedimenti giudiziaria precedenti all’avvento di questa amministrazione. Questo intervento risponde al sistema di priorità che l’amministrazione comunale ha posto in essere, che ha visto la realizzazione di scuole, piazze, centri di aggregazione ed attività sociali, e in particolare strutture per la pratica sportiva, perché continuiamo a credere che da parte della pubblica amministrazione sia indispensabile fornire ai giovani strumenti che li allontanino dalle devianze cui sono esposti quotidianamente. Abbiamo concluso l’iter procedurale con il Ministero dell’Interno e nei prossimi giorni daremo il via a tutte le procedure di gara e affidamento lavori. Un percorso che potrebbe consentire l’avvio dell’intervento entro la prossima estate, e vederne la realizzazione presumibilmente nell’arco del 2012”.