Carpedil Ipervigile Salerno all’esame Cus Chieti

Dopo aver superato Firenze nel turno infrasettimanale valevole per il recupero della quarta giornata del girone di ritorno – prevista lo scorso 4 febbraio ma rinviata a causa del maltempo – , la Carpedil Ipervigile Salerno non ha il tempo di rifiatare perché costretta già a tornare sul parquet per il prossimo impegno di campionato. Domani capitan Guida e compagne saranno di scena a Chieti contro la terza forza del girone sud del torneo di A2 con 32 punti sin qui conquistati. La gara di mercoledì scorso contro Firenze, vinta per per 65a60 dinanzi al pubblico amico del ‘PalaSilvestri’, ha riportato sicuramente il sereno in casa Carpedil che adesso viaggia con 16 punti all’attivo in graduatoria in condominio con Pomezia. Partite male, le granatine si sono ulteriormente complicate la vita da sole dando troppo spazio al roster toscano che è stato messo in condizione di gestire la gara mantenendo sempre un buon vantaggio. Poi, però, nel quarto periodo la Carpedil Ipervigile Salerno è uscita fuori ritrovando la giusta concentrazione ed aumentando l’intensità. Nelle battute conclusive, infatti, le salernitane hanno imposto alle avversarie i loro schemi portandosi avanti e gestendo la gara fino alla fine. Il secondo successo di fila, ottenuto nel giro di 4 giorni dopo la vittoria di sabato scorso su Viterbo, ha dunque rilanciato la squadra cara al presidente Angela Somma. In evidenza l’atleta italo-statunitense Rae Lin D’Alie, che ha coronato la vittoria anche con la convocazione nella nazionale italiana di basket femminile. “E’ stata una bella gara, nonostante la partenza abbia fortemente penalizzato i successivi parziali”, ha affermato il play della Carpedil Ipervigile Salerno. “Fortunatamente l’abbiamo spuntata noi e cerchiamo di continuare su questa scia restando concentrate e guardando con molta serietà e determinazione alla gara con il Cus Chieti. All’andata riuscimmo ad avere la meglio”, ha aggiunto D’Alie. “In Abruzzo, però, sarà tutta un’altra storia e dalla loro giocherà il fattore campo. Hanno un roster importante, allestito per il salto di categoria. Per noi la gara rappresenterà un vero e proprio bivio: un colpaccio a Chieti significherebbe aggiungere altri due punti alla nostra classifica. Punti utili non solo ad evitare i play-out ma anche a sperare l’aggancio dei play-off. Diversamente invece”, ha concluso la ragazza originaria di Calvanico, “dovremmo lottare per evitare gli spareggi-salvezza puntando al nono posto”.