Angri: grande successo III ediz. Premio Internazionale Don Smaldone

Grande successo per la III edizione del Premio Internazionale “Don Enrico Smaldone”, il concorso pianistico organizzato dall’associazione Euterpe e diretto dalla professoressa Maria Pia Cellerino ha esaltato competenze e l’ eccezionale bravura dei giovani partecipanti dai sei ai quattordici anni. Il premio intitolato al prete che tanto si prodigò per allevare giovani bisognosi, costruendo la Città dei Ragazzi, si è concluso domenica 25 febbraio ad Angri in provincia di Salerno presso la Chiesa SS.Annunziata ed ha visto la partecipazione di giovanissimi esecutori provenienti anche da fuori regione, offrendo un eccezionale occasione di valorizzazione della musica classica eseguita al pianoforte. Costituitasi nel 1998, senza scopo di lucro, L’Associazione Culturale e Musicale “Euterpe” presieduta dall’avvocato Raffaele Smaldone promuove concerti e manifestazioni culturali atti a mettere in luce le numerose potenzialità culturali della Regione Campania. Numerose le attività che svolge, dall’erogazione di borse di studio per i migliori diplomati dei Conservatori della Regione, che ha consentito al pubblico di ascoltare i giovani talenti di svariate discipline. Tra le iniziative anche una rassegna di giovani esecutori, che si tiene ogni anno nel mese di Giugno e alla quale si possono iscrivere tutti i giovani che studiano musica classica. “Oltre al Premio Don Enrico Smaldone l’Associazione si è mossa anche in ambito culturale, di ricerca scientifica e musicale- dichiara la direttrice artistica Maria Pia Cellerino – Teniamo ogni anno un concerto-dibattito sull’evoluzione della “figura del Padre terreno tra otto e novecento”, sulla famiglia e il rapporto con l’adolescenza, oltre al concerto spettacolo  “Reverie della Napoli pianistica dell’ottocento”. Per la III edizione del Premio Don Enrico Smaldone l’associazione ha selezionato anche partecipanti provenienti dalla Puglia e da altre regioni. “Il premio è ormai un riferimento significativo nel settore – continua la professoressa Cellerino – auspichiamo però una maggiore partecipazione di enti ed istituzioni pubbliche e private per sostenere l’iniziativa che svolgiamo con pochi sacrifici ma anche con tante soddisfazioni”. Tra i premiati il duo  a quattro mani Carbone- Renzullo che hanno ottenuto il 3° premio, medesima posizione conquistata per il duo Remo – Vinciguerra e Di Costanzo – Sensale. Tra le musiche eseguite, testi di Brahms ma anche musiche degli anni 60 . Per la categoria I terzo premio vinto dal duo Alfieri- Biondi, per la categoria D , terzo premio ad Anna Laura Alfieri che  ha convinto la giuria tecnica per l’esecuzione dell’op. 68 Cavaliere selvaggio di Schumann . Terzo premio anche per Andrea Riccio che ha eseguito testi di Debussy e Kabalevsky. Per la categoria H un meritato secondo premio per il duo Ceparano- Furio che ha eseguito testi di Milhaud. Secondo premio anche per Mario Carbone per l’esecuzione del minuetto di Pleyel e dell’improvviso di Rinaldi. Infine per la categoria E secondo premio a Emilia Inverso ed Emilio Borzillo. Conferiti premi anche dalla Confesercenti di Angri presieduta da Aldo Severino .