Home » • Valle dell'Irno

Fisciano: “La Solidarietà” in prima fila contro ludopatia e per utilizzo defibrillatori enti locali

Inserito da on 3 agosto 2017 – 05:00No Comment

L’Associazione di volontariato “La Solidarietà” di Fisciano risulta vincitrice di due bandi di concorso sostenuti dal Centro Servizi per il Volontariato della Provincia di Salerno “Sodalis CSV”.  Si tratta di due misure per le quali è stata richiesta la presentazione di progetti validi da adottare in due diversi ambiti. Il primo riguarda la realizzazione del progetto dal titolo “Stop all’azzardo” per contrastare il fenomeno della ludopatia. Il secondo rientra nell’ambito delle MAP (Micro Azioni Partecipate) per la promozione dell’utilizzo del defibrillatore sul proprio territorio di riferimento. Il Progetto – Stop all’azzardo – è promosso dall’associazione “La Solidarietà” ed è sostenuto da Sodalis CSV Salerno nell’ambito di Bandi di Idee 2016. L’idea è realizzare una campagna di sensibilizzazione sulla ludopatia. Dal Gratta e vinci alle macchinette al gioco online il gioco d’azzardo miete sempre più vittime, non solo i singoli, ma anche le loro famiglie. Nello specifico l’iniziativa promossa dall’organizzazione di volontariato di Fisciano prevede l’attivazione di una campagna comunicativa  sugli effetti  del gioco d’azzardo, non solo individuali ma anche sociali. Sarà attivato un blog dedicato alla ludopatia e realizzati una serie di incontri per promuovere e approfondire la tematica. Gli incontri si terranno nei i comuni della Valle dell’Irno afferenti al Consorzio sociale dell’ambito S6. L’obiettivo  è diffondere il più possibile le problematiche sociali che crea la ludopatia favorendo una maggiore consapevolezza nella cittadinanza del gioco d’azzardo. Inoltre l’associazione attiverà presso la cooperativa -Irno progetto Vita – uno sportello sociale sul tema con il supporto psicologico di due esperte in grado di offrire le proprie competenze e la propria professionalità al servizio di questi soggetti per seguirli in percorsi di recupero mirati a eliminare il problema. L’obiettivo primario è quello di indirizzare questi soggetti sulla strada del reinserimento sociale, facendo comprendere loro l’importanza di trovare un lavoro dignitoso per se e per il sostentamento della propria famiglia. L’altro progetto, invece, riguarda la diffusione dell’uso del defibrillatore presso gli enti locali nel territorio di propria competenza, secondo le tecniche salvavita di Blsd. L’utilizzo di questo strumento, infatti, può essere determinante per salvare una vita umana. Per questo motivo, i volontari specializzati de “La Solidarietà” insegneranno al personale degli enti locali le modalità di utilizzo di questi strumenti.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.