Milano: Covid, Scalfi, Istituto Veronesi “Contro DAD interventi mirati e vaccini, partiamo da bambini”

Milano: Covid, Scalfi, Istituto Veronesi “Contro DAD interventi mirati e vaccini, partiamo da bambini”

“Bene il passo in avanti del governo sul monitoraggio dei contagi nelle scuole: il supporto del Ministero della Difesa sarà fondamentale in questa fase di incertezza in cui la campagna vaccinale non ha ancora raggiunto il massimo della copertura tra insegnanti e studenti” così in una nota Laura Scalfi, Direttore Generale dell’Istituto G. Veronesi e di Liceo Steam International. “Ricordiamo” continua il Direttore Generale “che ci sono istituti in cui la percentuale di docenti no vax supera ancora il 10% con gravi rischi per il funzionamento e la sicurezza della didattica, mentre sono già oltre 8.400 gli studenti in Dad tra elementari, medie e superiori. Occorre intervenire, anche miratamente, in aiuto di quegli istituti che in questo momento si trovano maggiormente in sofferenza di organico e con diverse classi in quarantena. D’altro canto” precisa Scalfi, “la cautela che il governo sta dimostrando rispetto all’approvazione da parte di Aifa e di Ema della somministrazione non obbligatoria dei vaccini ai bambini tra i 5 e gli 11 anni, non deve rischiare di lasciare priva di somministrazione quella porzione di bambini – circa il 10% – più fragile, per cui il vaccino è prioritario. I dati resi noti da Aifa” conclude Scalfi “sugli effetti della somministrazione dei vaccini sui bambini, così come è stato per gli adulti, sono incoraggianti. Devono essere attenzionati e pubblicamente diffusi attraverso campagne informative capillari affinché ogni medico e ogni famiglia abbia a disposizione il maggior livello di informazione scientifica disponibile”.