Salerno: al Teatro “Verdi” Pavel Berman al violino e Roberto Arosio al pianoforte

Prosegue a pieno ritmo la stagione del Teatro “Verdi”. Lunedì 2 Dicembre, alle ore 20,00 Sergey Prokofiev- Cinque Melodie- César Franck

 Sonata n.1 in la maggiore per violino e pianoforte
1. Allegretto ben moderato (la maggiore)
2. Allegro (re minore)
3. Recitativo – Fantasia: Ben moderato.
Largamente con fantasia (la maggiore)
4. Allegretto poco mosso (la maggiore)
 Intervallo
 Maurice Ravel
Sonata Opera Postuma
1. Allegro
Ernest Bloch
Baal Shem (Vidui, Nigun, Simchas Torah)
Pablo de Sarasate
Carmen Fantasy
Pavel Berman violinista:
 Nasce a Mosca e intraprende gli studi del violino presso il Conservatorio Tchaikovsky, dove è allievo di Igor Bezrodnyi. Nel 1990, a soli vent’anni, è vincitore del primo premio e Medaglia d’oro al concorso internazionale di Indianapolis, negli stati Uniti, suscitando subito l’attenzione del panorama violinistico internazionale. Nel 1992 si trasferisce a New York, dove si perfeziona sotto la guida di Dorothy DeLay alla Julliard School di New York, e di Isaac Stern. Sin da subito, la sua carriera da musicista lo ha portato a collaborare, sia da solista che da direttore, con le più grandi orchestre.
Fra le altre, ricordiamo l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, I Virtuosi italiani, I Virtuosi di Mosca, Orchestra della RAI di Torino, Berliner Symphoniker, Orchestra Sinfonica di Mosca, Orchestra da Camera di Mantova, Orchestra Sinfonica A. Toscanini, Israel Symphony Orchestra, Baden Baden Symphony Orchestra, Orchestra del Teatro di Genova, Orchestra Sinfonica Siciliana, Orchestra Sinfonica di Praga, Orchestra Filarmonica di Praga, Orchestra della Radio Rumena, Vilnius Symphony Orchestra, Indianapolis Symphony Orchestra, Atalanta Symphony, Dallas Symphony, Beijing Philharmonic, Tokyo Philharmonic, Orchestra Sinfonica di Norimberga, e tante altre.
È stato ospite delle più prestigiose sale : dalla Carnegie Hall di New York al Teatro alla Scala, il Teatro dei Campi Elisei, la Salle Gaveau a Parigi, la Herkulessaal a Monaco di Baviera, l’ Auditorio Nacional a Madrid.
Ha registrato per diverse case discografiche, fra cui Koch International, Audiofon, Discover, Phoenix Classica, Dynamic. Nel 1998 ha fondato l’orchestra da Camera di Kaunas in Lituania, diventata orchestra Sinfonica, di cui è stato direttore Musicale. Nel 2018 ha inciso i concerti n. 1 e 2 di Dmitry Shostakovich per violino e Orchestra, ed ha completato un video di tutorial e performance sui 24 capricci di Paganini.
Alla carriera solistica, ha voluto da sempre affiancare quella da insegnante. Oltre a tenere masterclass in Europa e nel mondo, è docente presso il Conservatorio della Svizzera italiana a Lugano, e Collabora con il conservatorio di Shanghai in Cina, dove tiene corsi di perfezionamento annuali.
Ha preso parte alla Giuria di vari concorsi internazionali, quali il Concorso Paganini di Genova, ilConcorso Enescu, Isang Yun, e prossimamente sarà parte della giuria al Vienna Strings Competition e Speaker allo StradFest alla Royal Institution di Londra. Pavel Berman suona un Antonio Stradivari 1702, ex “David Oistrach” , proprietà della fondazione Pro Canale – Milano.
ROBERTO AROSIO,  pianista
 
 Laureato con il massimo dei voti al Conservatorio G. Verdi di Milano, si perfeziona in seguito con Eugenio Bagnoli presso Fondazione Cini di Venezia. Roberto Arosio ha ottenuto numerose distinzioni internazionali, tra cui il 1° premio al Concorso di Musica da camera ”Franco Gulli” dall’Associazione Europa Musica di Roma, il 1° premio al Concorso di Trapani e Premio della Stampa per la migliore esecuzione della “Sonata Romantica”, il Premio Tina Moroni del Concorso “Vittorio Gui” di Firenze, il 2° Premio all’UFAM di Parigi, il 2° Premio al Concorso Trio di Trieste e Premio C.A.I. come miglior Duo Europeo.
Come solista debutta nel ‘90 alla Sala Verdi di Milano con l’Orchestra Sinfonica della RAI di Milano diretta da Vladimir Delman. Da allora ha tenuto concerti come solista e camerista in Italia, Germania, Svizzera, Francia, Spagna, Polonia, Portogallo, Corea, Giappone, America Latina, Messico, Stati Uniti, Canada ed Egitto, producendosi con musicisti quali Bruno Giuranna, Mario Ancillotti, Roger Bobo, Joseph Alessi, Martin Hacklemann, Allen Vizzuti, Philip Smith, Alain Trudel e Velvet M. Brown. Come membro effettivo dell’Orchestra Giovanile Europea ha suonato al Gasteig di Monaco, alla Royal Albert Hall di Londra, al Concertgebouw di Amsterdam ed al Teatro Colon di Buenos Aires, sotto la direzione di Carlo Maria Giulini, Georges Pretre, Mstislav Rostropovich, Leonard Slatkin, Gustav Kuhn, Vladimir Ashkenazy e Bernard Haitink. Come pianista accompagnatore ha collaborato con Trompeten-Akademie di Brema, mentre attualmente con l’Accademia Chigiana di Siena.
Roberto Arosio ha registrato per la Amadeus (Rivista), Ediclass e Cristal così come per le emittenti radiofoniche Rai (Roma), RSI (Lugano), DRS (Zurigo), Radio France (Montpellier), RNE (Madrid), DeutschlandRadio (Berlino) e BBC (Londra).
Roberto Arosio è pianista accompagnatore di Bruno Giuranna e corepetitore dell’Orchestra Santa Cecilia di Roma.