Teggiano: “Amici del Presepe Vivente” verso il Natale

Freddo, gelo, pioggia e neve …arrivano nel Vallo di Diano a caratterizzare un paesaggio di grande fascino e storia! Ma dicembre, porta con sé anche il calore delle tradizioni e della speranza. Ed ecco allora, che nella Città di Teggiano, luogo di rivisitazioni storiche ed antiche tradizioni, il gruppo “Amici del Presepe Viventesabato 08 dicembre, Festa dell’Immacolata Concezione, alle ore 17.00 sul sagrato della Chiesa di San Marco evangelista, prima dell’accensione del tradizionale falò in onore della Vergine, allestirà una suggestiva natività, che per la tutta comunità locale, non solo rappresenta occasione per fare memoria, ma momento per ribadire con forza che la speranza, nasce dalla Famiglia. A rafforzare, una condivisione praticata, i tanti cittadini, uomini e donne di buona volontà, che hanno lavorato per questo momento; infatti, statue a grandezza naturale, dopo la benedizione, saranno collocate nel suggestivo capanno, costruito per l’occasione, che potrà essere visitato nel corso delle feste natalizie. Nella mangiatoia, un cartello con la scritta: “Avvento tempo di … attesa!”…della deposizione del Bambinello, che per tanti si è tradotta in Salvezza…ma anche attesa di riprendere un cammino, che lasci intravedere ripresa, economica e sociale, per un territorio che ha saputo da sempre trovare nel lavoro, occasione di crescita nella dignità. Quel bambinello, che l’infaticabile don Cono Di Gruccio, Pastore e Guida della comunità locale, non ha mancato mai di portare ad esempio e riferimento, anche nei momenti più tristi e difficili, quali il Vallo vive oggi.Una comunità, che con filiale devozione, ha saputo reagire nel tempo, affidandosi generosamente alle istituzioni, civili e religiose, che non senza difficoltà quotidianamente, cercano di dare un contributo al bene comune.    Le Acli, che don Cono ha voluto nella sua parrocchia sin dai primi istanti del suo ministero, attraverso il Circolo Camminare Insieme, presieduto da Daniele Manzolillo, hanno dato un grande impulso a questo territorio. Lo hanno fatto, schierandosi dalla parte della gente, come in questo caso, non lasciando alla disperazione ed alla crisi spazio per dissipare la speranza, che nel Natale, ancora una volta troverà certezza di solidarietà.