Salerno: mostra fotografica “Donne e agricoltura…”

La mostra fotografica “Donne e agricoltura tra passato e futuro… dal lavoro pesante nei campi ai ruoli manageriali e di responsabilità” si terrà dal 5 all’11 marzo nei locali del  ristorante Chilometrozero di via Torrione 22/32 a Salerno con l’inaugurazione alle ore 17.30 di lunedì 5. L’evento organizzato  dalla Coldiretti di Salerno propone scatti fotografici antichi legati al duro lavoro delle donne nei campi in alcune tra le più belle località della provincia di Salerno. Per il comune di Eboli e la Piana del Sele le foto  sono tratte dal fondo del fotografo Luigi Gallotta ubicato presso la Biblioteca comunale “S. Augelluzzi”, sezione mediateca, diretta dalla dottoressa Teresa Meola. Proprio il Centro Studi “Simone Augelluzzi”, di cui è curatore scientifico Franco Manzione utilizza il materiale originale, formato da giornali e riviste d’epoca, conservato nella sua discreta emeroteca. Altri documenti fotografici riguardano l’ area dell’agro-nocerino-sarnese, tratti dagli archivi di Giuseppe Apicella e Gaetano Sellitto. Le istantanee di Amalfi e Ravello sono state messe a disposizione dal dottore Aniello Tesauro e dal professore Mario Apicella. L’organizzazione della mostra  è stata affidata ad Azzurra Liliano in forze all’associazione di categoria che si è avvalsa della collaborazione di molte associazioni onlus come la Solaria “Teresa Basile”, mentre la realizzazione e l’allestimento è stato affidato all’ agenzia ADT Group di Cosenza che ha stampato gli scatti direttamente su supporti rigidi, altre, in tela canvas. “  Il presidente di Coldiretti Salerno Pietro Caggiano dichiara. “Oggi le donne ricoprono un ruolo da protagoniste nel vasto settore agricolo e la mostra di questa sera sarà una testimonianza visiva”.  “E’ un’occasione questa che non poteva passare inosservata, è importante oggi festeggiare le donne in agricoltura con una mostra  che le mette in confronto, donne di ieri e donne di oggi con un solo comune denominatore, la terra. Maria Provenza, presidente di Donne Impresa, è orgogliosa di questi 75 scatti oggetto della mostra fanno, un corredo che farà parte di un più ampio progetto che affronterà nei prossimi mesi altri temi di grande impatto sociale come: la Bio nutrizione, il consumo del territorio ambiente ed agricoltura, la Dieta Mediterranea patrimonio dell’Unesco, sviluppate secondo un’idea progettuale dell’ ‘imprenditrice Antonella Dell’Orto che ha cercato partenariati con associazioni operanti sul territorio, come nel caso della onlus Volo alto cooperativa sociale operante nell’ambito del disagio sociale-psichiatrico”.