Ritratti Africani: il sindaco Cyrille

Padre Oliviero Ferro

La città di Bafoussam in Camerun è stata divisa in tre comuni. Le circa 600mila persone vivono di commercio, dei lavoro dei campi e di tanti piccoli lavoretti. A livello amministrativo,la nostra parrocchia di Nefa faceva parte del comune di Bafoussam 1. Come dappertutto, vengono fatte le elezioni e viene eletta la lista, capitanata dal signor Cyrille. E’ un cristiano della nostra comunità,anzi è un vicino di casa. E’ il presidente del consiglio degli affari economici e cristiano convinto. Quando ci comunica la sua elezioni, ci invita anche alla festa di insediamento. Ci dice che non potrà più fare il presidente, ma sarà sempre un membro del consiglio economico della parrocchia. Il problema “politico” è che i capi del suo partito volevano che fosse eletta un’altra persona, più importante. Ma il popolo ha deciso diversamente. Da quel momento cercheranno di fargli la guerra. Ma lui resiste ancora e cerca di fare il suo dovere. Ma quello che mi sembra importante è che ogni mattina, normalmente, partecipa alla messa e poi va al lavoro in comune. E’ raro non vederlo. Continua ad essere cristiano,anche in questa nuova situazione. Non si dà delle arie, ma fa il suo servizio molto semplicemente. Le difficoltà sono tante. Noi e la comunità gli stiamo vicino e lo incoraggiamo. Speriamo che continui, senza lasciarsi fuorviare.