Salernitana: “Solo pari a Mantova, ora bisogna vincere con l’Empoli”

Maurizio Grillo

Gli allenatori Grassadonia e Cerone nello schierare la formazione a Mantova prendono una prima importante decisione, quella di mandare in tribuna Pestrin. Poi cambiano qualcosa inserendo Pepe al posto di Statella, inconcludente nell’ultima gara col Gallipoli e Russo come difensore di sinistra. Una degna gara tra ultime in classifica, che come di solito avviene, si conclude con un pareggio, che non serve ad entrambe. I padroni di casa già dopo sette minuti passano in vantaggio con Caridi, che raccoglie un bel assist di Carrus ed infila Polito. Il gol del pareggio al 21° con Tricarico che sferra un tiro imparabile dal limite dell’area, dopo un’azione insistita dei granata. La partita si gioca a viso aperto, entrambe vogliono vincere e nella ripresa è prima la Salernitana a sfiorare il gol del vantaggio di testa con Ferraro, poi sono i biancorossi a rendersi più volte pericolosi. Strepitoso Polito in almeno un paio di occasioni. Su Spinale riesce a respingere il pallone sulla linea di porta. Inutili le proteste del Mantova che invocava il gol. I granata vanno vicinissimi al gol con Stendardo, che a due passi dalla porta manda incredibilmente a lato. Merino entra a dieci minuti dal termine al posto di un inconsistente Pepe, troppo tardi per dare una svolta alla partita. In sostanza, la squadra è parsa disimpegnarsi abbastanza bene dalla cintola in su e nonostante la mancanza di qualità in campo (vedi assenze di Jadid, Cozza e un Merino a mezzo servizio), si è riusciti a sopperire a tutto ciò con grinta, sagacia tattica ed abnegazione. Cerone ha esordito senza perdere e che sia questo un buon auspicio per un gruppo che necessita di fiducia e di punti, soprattutto, quelli che dovranno venire per forza di cose contro un Empoli che veleggia in zona promozione. Mantova – Salernitana 1-1 (tabellino), MANTOVA (4-3-2-1)): Bellodi, Salviato, Notari, Gervasoni, Lambrughi, Spinale, Grauso, Nicco, Carrus (al 57° Cavalli), Caridi, Nassi. A disposizione: Handanovic, Pizzuti, Lanzoni, Marchesetti, Mondini, Coppiardi. Allenatore: Serena, SALERNITANA (4-4-2): Polito, Galasso, Stendardo, Fusco, Russo, Pepe V.(al 80° Merino), Montervino (all’88° Carcuro), Tricarico, Soligo, Fava, Ferraro (al 70° Caputo). A disposizione: Iuliano, Pepe E., Agresta,  Statella. Allenatore: Grassadonia-Cerone, Arbitro: Mazzoleni di Bergamo (Marrazzo-Conca; 4° uff. Cisaria), Reti: 7° Caridi, 21° Tricarico, Ammoniti: Montervino (S), Fusco (S), Caridi (M)