Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Eboli: Insieme X Eboli fedele a mandato prende distanze da Assessore e Consigliere

Inserito da on 2 luglio 2017 – 03:22No Comment

Insieme X Eboli è stata sempre aperta, ha guardato continuamente alla Città, alle persone libere ed attente agli accadimenti sociali, ha raccolto consenso su problematiche importanti, è stata e resta un modello di riferimento nel lacunoso panorama dei Gruppi che animano la vita politica della ns. Città. Eboli aveva ed ha bisogno di idee e di applicazione concreta per portarle a compimento, Insieme X Eboli  da subito si è proposta come stimolo per l’attuale Amministrazione a cui, tra l’altro, ha contribuito fino ad oggi con due rappresentanti muniti di deleghe specifiche. La ns. Associazione, in questi due anni di azione politica a sostegno del Sindaco Cariello, ha proposto la risoluzione di diverse problematiche specifiche attraverso decisioni coraggiose, scommesse audaci sul cambiamento e piani coerenti. Insieme X Eboli rappresenta un progetto politico di grande ambizione che, tra l’altro, ha sempre evidenziato il più grave dei problemi: la selezione della classe dirigente, la difficoltà a individuare leadership autorevoli, l’incapacità di premiare i migliori. Siamo per il lavoro ben fatto, per la soddisfazione di essere all’altezza delle proprie responsabilità: la leadership non è raccogliere e difendere il consenso, è la capacità di individuare soluzioni, proporle ed attuarle. La ns. Associazione è rimasta sempre coerente al progetto politico iniziale, di contro abbiamo rilevato quasi sempre pressapochismo e improvvisazione, un quadro dove alcuni Gruppi politici mutano continuamente con disinvoltura, lontani dagli obiettivi di mandato, solo per scelte di mera opportunità o peggio. Oggi, è evidente il più grave dei problemi politici, non esiste una Coalizione di Governo ma solo donne e uomini alla continua ricerca di nuovi equilibri senza una ricaduta positiva sulla Comunità cittadina. Non è certamente quello che si attendevano gli elettori della Coalizione e tutti i Cittadini ebolitani. In questi due anni,  in linea con quanto proposto con il ns. specifico programma elettorale e con l’impegno di Tutti i Soci, abbiamo introdotto la nuova impostazione del PIP, capace finalmente di accogliere nuovi investimenti e contribuire al ragguardevole risanamento finanziario dell’Ente; abbiamo ottenuto la sdemanializzazione di oltre mq. 40.000 di canalette con ulteriori vantaggi finanziari per l’Ente a breve termine; abbiamo prodotto (unico tra tutti i Gruppi politici) un documento tecnico sul PUC e siamo certi che gran parte di quanto da noi proposto sarà accolto dal Documento Strategico Preliminare (a partire dal concetto di “moneta urbanistica”); abbiamo proposto l’accertamento e la riscossione dei cosiddetti Usi Civici; abbiamo proposto un Piano Straordinario per il Centro Antico; abbiamo inventato un nuovo concetto del “Natale a Eboli”; abbiamo assunto una posizione chiara rispetto al referendum costituzionale dello scorso dicembre.  Anche il progetto del Servizio Civile in agricoltura, su iniziativa del ns. Socio Landi, è stato approvato dal Ministero competente. Come è noto, più volte abbiamo provato a raccogliere l’attenzione del Sindaco e di tutta l’Amministrazione su altri temi essenziali quali l’accertamento e riscossione Tributi, il PUAD, le Società partecipate dall’Ente, l’Area ex Pezzullo, la pubblica illuminazione, i servizi scadenti sul territorio (aree parcheggio, servizi cimiteriali, Servizi Sociali, manutenzione del verde), la balneabilità e la salubrità del nostro litorale. Avremmo anche voluto, e siamo pronti da tempo, proporre un Piano strategico per il Turismo e il nuovo concept della Fiera Campionaria, ma abbiamo cozzato contro il muro della superficialità e della mediazione continua su contenuti astratti e illogici. Molte volte, in questi primi due anni di mandato, sempre con serenità, abbiamo accettato la giustificazione e l’invocazione del “nuovo” ben sapendo però che in molti casi nulla è stato fatto per comprendere le ragioni che hanno limitato il “vecchio”: essere nuovi non significa essere capaci, la diversità rivendicata in campagna elettorale è logorata dai due anni di governo della Città appiattito sulla gestione quotidiana. La gestione del caso ISES è l’emblema di tutto questo. Esattamente un anno fa abbiamo richiesto la verifica degli obiettivi degli Assessorati e di tutte le deleghe, nessuna esclusa, non ricevendo esito. A due anni dall’insediamento troppi argomenti risultano irrisolti: il Preliminare del Piano Urbanistico Comunale (PUC) solo ora torna di attualità dopo l’approvazione di PUA e subambiti vari; del PUAD non si hanno notizie; la gestione dell’accertamento e riscossione Tributi (nonostante il campanello d’allarme lanciato dalla ns. Associazione qualche mese fa) sta determinando incongruenze e patologie certamente non mitigate dalle tardive delibere approvate a correzione di un metodo fin dall’inizio apparso deficitario e in danno dei cittadini (i risultati dei ricorsi in Commissione Tributaria e/o delle Istanze di mediazione parlano chiaro); il destino della Eboli Patrimonio incombe sullo stato finanziario dell’Ente. Ad oggi, nulla sappiamo sulle cause della mancata ammissione dei progetti presentati per l’ottenimento di finanza straordinaria agevolata a valersi sul fondo di rotazione. La stasi degli indirizzi politici mortifica anche le innumerevoli figure professionali di rilievo, appassionate e competenti, facenti parte delle Aree/Settori del ns. Comune. Insieme X Eboli, di recente e con lo stesso Sindaco Cariello, più volte ha posto l’accento sulle citate questioni durante una serie continua di incontri, traendone solo grandi rassicurazioni per il futuro, nulla di concreto per il presente. A due anni dall’Insediamento avvertiamo in pieno il dovere di rispondere al nostro elettorato e, più in generale, a tutta la Cittadinanza. Questa è un’Amministrazione eletta per provare a cambiare la Città, oggi non riesce neanche a fare autocritica e a trasformare l’analisi in provvedimenti concreti. L’Associazione Insieme X Eboli dice no a questo modo di amministrare, non modifica il progetto politico che rappresenta fin dalla sua origine, la stasi politica non ci appartiene: Maria Sueva Manzione, Pierluigi Merola, Emilio Cicalese e Angela D’Eboli certamente avranno la capacità di un loro percorso politico autonomo rispondente alle proprie libere scelte. Insieme X Eboli continuerà il proprio percorso unitario, anche con il rinnovo e l’integrazione della sua base associativa. La nuova sfida è già cominciata.

                                       

                                       Il Presidente

                                    Roberto Pansa

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.