Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Mostra “I tabacchifici della Piana del Sele : una rete produttiva dismessa che collega identità separate in un’unica matrice culturale – produttiva”

Inserito da on 7 marzo 2013 – 03:39No Comment

Progettualità e buoni propositi per lo sviluppo del territorio salernitano. Il MOA, Museum of Operation Avalanche è lieto di presentare, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Salerno, l’inaugurazione della mostra “I tabacchifici della Piana del Sele : una rete produttiva dismessa che collega identità separate in un’unica matrice culturale – produttiva” organizzata dall’Associazione onlus di promozione del Territorio PROp.o.City (Progettazione operativa per la Città) presso gli spazi del museo ebolitano sullo Sbarco a Salerno. La mostra sarà aperta al pubblico a partire da sabato 9 Marzo 2013 alle ore 18.00. L’esposizione, curata dall’architetto Maria Rosaria Di Filippo, si presenta come secondo appuntamento della nascente associazione PRO.o.City e vuole essere un momento aggregativo per mettere su carta, anzi su pannello, le maggiori problematiche e proposte sulla riconversione del territorio e il suo prezioso sfruttamento, la sua riqualificazione. Gli architetti iscritti all’Ordine ed interessati all’iniziativa, come pure la cittadinanza tutta, saranno chiamati in causa per unire menti e spunti così da esprimere opinioni e  sollevare questioni operative sulla gestione e le potenzialità che presenta il territorio della Provincia di Salerno come fondamentale risorsa per lo sviluppo futuro. Attraverso l’unione partecipativa, la mostra ha come scopo quello di mettere assieme piccole e svariate possibilità propositive nonché le prime esperienze di progettualità inerenti alla possibilità di migliorare, in un futuro sempre più prossimo, le condizioni attuali delle aree produttive dal punto di vista ambientale e, di conseguenza, anche urbanistico. Nella tematica rientrano appieno anche i singoli casi di archeologia industriale riguardanti i recuperi di vecchi stabili. La mostra, una raccolta complessiva tra materiali fotografici e documentali, come pure singoli elaborati pertinenti alla tematica suddetta, sarà il risultato della partecipazione degli architetti interessati all’obiettivo “riqualifica”, esprimendo tramite i singoli progetti presentati i dati di criticità e buoni propositi come per esempio l’impatto sociale, culturale e produttivo che riscontrerà ogni singola idea progettata. L’esposizione rimarrà aperta al pubblico negli spazi del MOA museum sino a domenica 24 marzo 2013 e seguirà gli stessi orari di apertura del museo.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.