Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Eboli: venti di guerra sul ballottaggio

Inserito da on 3 aprile 2010 – 02:48No Comment

Il Nuovo Psi non si sottrarrà al dovere di intervenire, con le sue forze e le sue idee, nelle vicende politiche in atto. Il ballottaggio ci vedrà attivi su tutti i fronti, più di prima, convinti dell’opportunità di poter incidere sulle sorti della città in maniera decisiva. Chi dei candidati ritiene di doversi fermare, in piena democrazia, lo faccia. Noi, invece, andremo avanti, sfideremo i poteri forti con l’intento di abbatterli. Combatteremo fino all’ultimo voto contro il sistema Melchionda – Conte, nel segno di quella continuità che ci ha visti protagonisti indiscussi di una strenua, seria e coerente opposizione fatta all’amministrazione uscente per cinque anni. Per questo lanciamo un appello forte e deciso agli elettori del Nuovo Psi, a chi ha scelto me come candidato sindaco, affinché si mobilitino più di prima in appoggio alla proposta politico – programmatica del candidato Massimo Cariello. Venute meno le prospettive del centro destra avanzate al primo turno, quella di Cariello diviene la proposta che ci vede diretti protagonisti per vari e decisivi motivi. A partire dalla condivisione di buona parte dei suoi aspetti. Dall’urbanizzazione delle zone periferiche al rilancio dell’area industriale e delle attività produttive; dal modo di concepire la Eboli Multiservizi Spa a quanto programmato in materia di urbanistica e politiche sociali. Una visione “altra” della gestione della res pubblica che non riscontriamo nello schieramento e nel candidato sindaco opposto. A ciò si aggiunge il dato forte della presenza di una parte essenziale del centro destra a supporto di Cariello, ovvero quell’Udc che in Provincia ed in Regione governa con il Nuovo Psi. Da non sottovalutare anche la corrispondenza tra le nostre richieste e quanto proposto dal candidato sindaco in materia di netto ricambio generazionale, di rottura con un passato vicino governato da un sistema che ha imbrigliato la città. La novità politico – programmatica del candidato sindaco Massimo Cariello ci convince, inoltre, nella misura in cui parte dal territorio, dagli uomini e dalle loro idee prima ancora che da bandiere dietro le quali, spesso, si celano interessi del tutto personalistici. A questo punto. Su tale base rilancio, quindi, un appello agli elettori e ai simpatizzanti del Nuovo Psi affinché tornino in campo più numerosi e determinati di prima; coscienti di essere in condizione, dopo anni, di poter porre fine ad un vecchio sistema, di poter essere protagonisti di una proposta nuova a sostegno della candidatura di Massimo Cariello.  

Cosimo Pio Di Benedetto

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.