Eboli: Fondazione Luigi Gaeta, convegno su Carlo Levi- Pier Paolo Pasolini, impegno su riscatto periferie

Eboli: Fondazione Luigi Gaeta, convegno su  Carlo Levi- Pier Paolo Pasolini, impegno su riscatto periferie

Due intellettuali a confronto, due visuali diverse del disagio che trovano sintesi nell’impegno che entrambi hanno profuso per il riscatto degli ultimi e per la denuncia sociale. Lunedì 12 dicembre, con inizio alle ore 15,30, la Fondazione Luigi Gaeta – Centro Studi Carlo Levi, presenta un convegno incentrato sulle due importanti figure di intellettuali del Novecento, che attraverso diverse forme di espressione hanno dato voce agli ultimi, alle periferie, alle sacche di emarginazione. «La Fondazione Luigi Gaeta, proprio per la sua natura anche di Centro Studi Carlo Levi, sente come un impegno prioritario accendere i riflettori sui tanti, forse troppi Sud del mondo, regalando spunti di riflessione soprattutto ai più giovani – spiega la presidente della fondazione, Rosaria Gaeta -. Quest’anno abbiamo declinato questo impegno attraverso un programma regionale, che ci ha dato la possibilità di allestire dei veri e propri laboratori dedicati a studenti campani, che ha dato loro l’opportunità di avvicinare la capacità dei due intellettuali di porgere il loro sguardo critico e benevolo sulle periferie, sia metropolitane, che contadine». Il nuovo impegno convegnistico della Fondazione Luigi Gaeta si inquadra nella cornice di “La Giornata della Questione Meridionale – Carlo Levi, Pasolini e i Sud del mondo” XIII edizione, un progetto finanziato dalla Regione Campania nell’ambito del programma di promozione culturale ex articolo 11 del decreto dirigenziale n. 649 del 6/9/2022 e che vede quali partner della Fondazione Luigi Gaeta anche Comune di Buccino, SVIMEZ, Fondazione Carlo Levi di Roma, UNPLI comitato provinciale di Salerno, GAL “Sentieri del buon vivere” e Comunità Montana Tanagro, Alto e Medio Sele. Dopo i saluti e l’introduzione della presidente Rosaria Gaeta, l’appuntamento di lunedì 12 dicembre, con inizio alle ore 15,30, prevede gli interventi di Giuseppe Fresolone, ricercatore universitario e direttore scientifico dei laboratori e del progetto della Fondazione Gaeta, e di Filippo La Porta, uno dei maggiori critici letterari, oltre che giornalista e saggista.