Salerno: Politiche, Salerno Possibile su dato elettorale

Salerno: Politiche, Salerno Possibile su dato elettorale

“Ci sono troppe voci che faticano ad essere ascoltate nel dibattito pubblico. La nostra ambizione è quella di essere con loro, e di rappresentarle. Chi crede che la giustizia sociale e quella ambientale vadano di pari passo, così come i diritti sociali e quelli civili, chi si batte per il salario minimo, la riconversione ecologica, la progressività e la patrimoniale, il matrimonio egualitario, la parità dei diritti per le persone trans*, la cannabis e l’eutanasia legale, la scuola statale e di qualità, la ricerca pubblica, i diritti umani, un’Europa più unita e più giusta. Ci saremo per questo, e tanto altro”.

Con queste parole, il 13 agosto 2022 Possibile annunciava ufficialmente l’adesione all’Alleanza Verdi-Sinistra ed alla coalizione di centrosinistra.

Da quel giorno, il Comitato di Possibile di Salerno-Pontecagnano Faiano ha contribuito assiduamente alla causa comune, lavorando con convinzione, lealtà e generosità sebbene nelle liste elettorali del nostro territorio non vi fossero candidate e candidati di Possibile.

Oggi, ad urne chiuse ed a risultati acquisiti, intendiamo innanzitutto ringraziare tutte le elettrici e tutti gli elettori di Salerno e provincia che hanno votato per l’Alleanza Verdi-Sinistra e per la coalizione progressista. Un doveroso ringraziamento va alle candidate ed ai candidati dell’Alleanza Verdi-Sinistra per il lodevole lavoro svolto in campagna elettorale.

L’impegno comune, nostro e dei nostri alleati, ha fatto sì che nella prossima legislatura i temi e le idee che contraddistinguono la nostra militanza politica saranno rappresentati in Parlamento.

A questo proposito, accogliamo con soddisfazione la notizia dell’elezione alla Camera dei Deputati di Franco Mari, capolista nel collegio plurinominale Campania 2-P02 per l’Alleanza Verdi-Sinistra.

All’Onorevole Franco Mari – che abbiamo avuto il piacere di incontrare presso la nostra sede, insieme alla candidata Anna Maria Naddeo, lo scorso 12 settembre – vanno i nostri auguri di buon lavoro.

Questo importantissimo risultato non ci esonera, tuttavia, dal prendere atto che lo sforzo profuso non è bastato ad arginare l’onda proveniente da destra, sia in Italia, sia a Salerno e provincia. A questo proposito, ci corre l’obbligo di constatare – non senza amarezza – che la percentuale di voti ottenuta da Alleanza Verdi-Sinistra nel nostro territorio si pone al di sotto della media italiana.

Muovendo da questi dati inequivocabili, riteniamo che la sinistra, italiana e salernitana, debba fare una seria autocritica rendendosi finalmente disponibile a cambiamenti radicali, tra i quali segnaliamo l’esigenza ormai indifferibile di aprirsi ai giovani, favorendone l’accesso alla politica e valorizzandone l’apporto in termini di consapevolezza, partecipazione e responsabilità. Il patrimonio di ideali e di idee della sinistra deve accogliere senza indugio i temi del presente e del futuro, nell’attesa – speriamo breve e proficua – di riguadagnare la fiducia di un elettorato più vasto e numeroso. L’area politica ambientalista, progressista e di sinistra, di cui Possibile orgogliosamente fa parte, ha il dovere – morale e non solo – di fare opposizione, di riguadagnare il terreno perduto negli ultimi decenni e di tornare ad occuparsi da protagonista del futuro dell’Italia, di Salerno e della provincia salernitana.

Noi di Possibile ci siamo e ci saremo, per questo e tanto altro.