Napoli: Coisp “un giorno in cattedra” con alunni del Miraglia Sogliano su cyberbullismo e legalità

Il Sindacato di Polizia Coisp incontra i bambini dell’istituto scolastico “Miraglia Sogliano” situato a Napoli nella bella e caratteristica location di Piazza Nazionale per “un giorno in cattedra”, in occasione del 25° anniversario della morte di don Peppe Diana.

All’arrivo della delegazione sindacale del Coisp, capitanata dal Segretario Generale partenopeo  Giuseppe Raimondi , affiancato dai segretari provinciali Luigi Fusco, Domenica Lavalle e Antonella Bufano, ad accoglierla la Dirigente Scolastica Beatrice Mancini, le classi terze dell’Istituto, accompagnati dal loro corpo insegnanti.  Sull’evento si è così espresso Giuseppe Raimondi: “Sono davvero onorato di aver potuto incontrare i bambini di questa scuola, per il secondo anno consecutivo, anche questa volta in una ricorrenza importante quale quella della morte di Don Peppe Diana. Come spesso ribadisco, ritengo che questa platea sia la più ricettiva per la formazione e per trasmettere certi valori che, ahimè, sono sempre più rari ed in disuso, mi compiaccio quindi  con la Dirigente scolastica e con le insegnanti per averci voluto qui, di nuovo, ad affrontare tematiche così importanti quali la legalità, la violenza, il cyberbullismo. Per il Coisp si presenta, questa, come una importante occasione poiché siamo portatori di valori sani quali la legalità, il rispetto reciproco, l’amore verso il prossimo,  che si può sempre scegliere fra il bene ed il male,  valori nobili tanto cari ai bambini ed al contempo da loro tanto reclamati. Anche quest’anno l’incontro è stato carico di emozioni, provenienti proprio dalla ‘piccola grande platea’ che ci ha omaggiato dei tanti pensierini coniati dalle loro piccole mani proprio per noi rappresentanti degli uomini in divisa, nonché dei sorrisi e di quelle dolcezze che solo i bambini sanno dare… Sono la nostra linfa vitale, il nostro futuro, ed è importante se non fondamentale, inculcare in loro valori sani.  Ed è per loro che noi, uomini in divisa, non faremo mai un passo indietro. La cosa che mi colpisce di più –continua Raimondi – è l’entusiasmato, l’euforia e la curiosità di questi piccoli che, nella loro semplicità e genuinità, hanno saputo cogliere il vero senso del valore della speranza… speranza riposta in noi cittadini in divisa, come coloro ai quali volgere lo sguardo per vedere luce, amore, giustizia e legalità.

Il leader del Coisp ed il suo staff hanno fatto un plauso al corpo docenti ed alla Dirigente Scolastica per l’ampia capacità organizzativa e di comunicazione con e per i bambini, nell’affrontare tematiche grandi quanto complesse come quelle affrontate nell’incontro. A margine della manifestazione il sindacato di polizia ha omaggiato tutti i bambini presenti dell’attestato di partecipazione e di un gadget ricordo .