Salerno: Andria e Iannuzzi alla Direzione Provinciale INPS

In occasione dell’assemblea dei lavoratori del 12 novembre 2012, presso la sede della direzione Inps di Salerno, alla presenza  degli onorevoli Alfonso Andria e Tino Iannuzzi, un dirigente sindacale ha letto il seguente comunicato della USB: Questa Organizzazione Sindacale, oggi presente con i propri vertici provinciali, esprime grande preoccupazione per il rinvio della problematica “fondo speciale incentivo”. Di fatto, con gli emendamenti all’art. 4 della legge di stabilità 2013 ottenuti con la grande mobilitazione nazionale dei lavoratori super-Inps e Inail coniugato anche con l’impegno dei parlamentari presenti, la questione e’ solo rimandata. Nessuno ce lo leva dalla testa:  si vuole la distruzione del più grande ente di previdenza europeo e, per la verità, siamo sulla buona strada da quando l’ente è governato da un padrone assoluto e da società private che nulla hanno a che fare con il sistema di previdenza pubblico, fino a poco tempo fa, fiore all’occhiello di un Europa che oggi è solo delle banche, della finanza e dei ricchi. Questa Europa, se non modifica la propria linea politica, ci porterà ad un ulteriore impoverimento, come già sta avvenendo, della maggioranza della sua popolazione. Per questi motivi, la scrivente O.S. Usb provinciale Inps Salerno aderisce all’assemblea-presidio che domani si terrà sotto al Parlamento: questa assemblea è stata  richiesta a gran voce dalle rr.ss.uu. di tutta l’Italia e convocata da USB Nazionale, per richiedere la cancellazione dall’articolo 4  (legge di stabilità) di qualsiasi riferimento “al fondo incentivante speciale” che è un fondo dei lavoratori e non è nella disponibilità del governo di turno. Dalla provincia di Salerno vi saranno ben due pullman auto-finanziati dai lavoratori che, con la loro partecipazione, gridano: “LA CRISI VA PAGATA DA CHI L’HA PROVOCATA!!!”