Pellezzano: è guerra (fittizia?) tra Provincia e Comune

Cosa sta succedendo tra l’amministrazione della Provincia di Salerno e quella del Comune di Pellezzano?Alcuni mesi fa la guerra tra il Sindaco Citro e l’assessore provinciale competente, per addossarsi reciprocamente le responsabilità sulla gestione della Pellezzano-Cava, in ordine soprattutto a pericolosi rifiuti ivi depositati. In quella occasione, il Sindaco – peraltro assente ai sopralluoghi anche se ufficialmente fattosi  comparire presente! – per scaricare le colpe gestionali minacciava di procedere, in deroga, alla pulizia e alla bonifica della strada, con attribuzione alla Provincia delle relative spese di competenza. Adesso, la comparsa di un manifesto dalla impostazione e punteggiatura incerte, in cui, sotto la spinta delle vibrate proteste dei cittadini di Pellezzano, il sindaco Citro è costretto a minacciar di procedere, in deroga, alla riattazione di alcuni tratti di strade provinciali dissestate che attraversano il territorio del nostro comune. Questi interventi si pensa poi di realizzarli con l’attivazione di Mutui, che saranno a totale carico della comunità di Pellezzano. L’amministrazione Longo-Citro deve avere la capacità di far valere i diritti dei cittadini di Pellezzano non a chiacchiere, ma in modo concreto, obbligando l’amministrazione Provinciale ad assumersi le proprie responsabilità. Ma dove sono i tanto promessi interventi e finanziamenti per il nostro territorio celebrati nelle recenti campagne elettorali dal consigliere provinciale e regionale? Il tempo delle favole è terminato! Ci chiediamo come mai l’amministrazione provinciale e quella di Pellezzano, pur riconoscendosi sotto lo stesso colore politico, abbiano visto acuirsi il dissenso nei rapporti di collaborazione che devono necessariamente esserci tra le istituzioni. Ci chiediamo, inoltre, come mai l’amministrazione Longo-Citro non si preoccupa di asfaltare anche le diverse strade comunali, che vertono in grave stato di dissesto, con illuminazione fatiscente? Non sarà tutto un furbesco “gioco delle parti” per far apparire “più belli” i nostri irresponsabili amministratori? Sperando di no, auspichiamo che questo apparente risveglio, per spianare la strada alle mire di qualcuno, non significhi, per i cittadini di Pellezzano, solo ulteriori spese, a cui si aggiungeranno quelle legali, che già rappresentano una parte consistente del bilancio comunale con il 22% delle delibere di giunta per incarichi attribuiti ad amici e sodali.