Truffati…per fede!

di Rita Occidente Lupo

 Truffe a buon mercato, senza pietà, speculando sul sentimento religioso di quanti credono che il miracoloso, possa essere acquistato! La recente scoperta di un pool d’imbroglioni, che spacciava acqua di Lourdes  al modico costo di circa 200€, a quanti non possono recarsi di persona nei luoghi del culto mariano. I Nas ad Ancona, Milano, Venezia e Bari, hanno condotto brillantemente l’operazione ‘Acque bianche’, incentrata su una biologa ed un gruppo di ciarlatani, che sottoponeva perfino degenti in fase terminale a terapie “salvavita” con tali acque ed a tecniche per ‘riarmonizzare la materia’ attraverso le presunte ‘frequenze’ sprigionate dalle acque ‘benedette’. Sequestrati anche 4.000 flaconi e fiale di acque, tanti scivolati nella creduloneria si sono accorti solo in un secondo momento delle maglie delinquenziali, che li avevano irretiti.  Ancora c’è gente pronta a tutto…alla Vanna Marchi e figlia, capace di speculare sullo stato di salute, per truffare. Puntando sulla disperazione, di chi vede sgocciolargli la vita e s’aggrappa a tutto, pur di poterne allungare i giorni. Lottando con la paura della morte e col desiderio di eluderla anche quando inevitabile! L’acqua di Lourdes, che sgorgò con Santa Bernardette Subiroux, ancora oggi dispensata negli ospedali agl’infermi o a quanti s’aggrappano alla statuina in plastica, implorando la grazia della guarigione fisica. Di solito, quanti si recano nel santuario francese, oltre a prelevarne per sè, ne riempiono anche bottigline per altri. Anche se da sempre considerata miracolosa, perchè ci furono i primi miracoli quando vi s’immersero ciechi e storpi, non è questa miracolosa, bensì la fede! L’acqua, un segno! E, che il cielo spesso si congiunga alla terra, nel far comprendere che la Vergine continua a dispensare favori all’umanità, attestato dalle continue apparizioni che ancora oggi si verificano, anche se la Chiesa non ufficialmente pronunciata su Medjugorje. La fede, volano di ogni grazia. Quella stessa che nel Vangelo Cristo ricordò “Se aveste fede quanto un granellino di senape, potreste dire a questo monte di spostarsi…” ed ancora, al cieco nato, guarito “Va’ la tua fede ti ha salvato!”