Attenti alle password!

Alessio Ganci

Siamo tutti circondati da combinazioni alfanumeriche. Dal codice PIN del cellulare a quello segreto del bancomat. Poi naturalmente ci sono gli Username e le Password per accedere a vari siti…, meno male che i telefonini offrono l’opzione di memorizzare le chiamate in entrata, uscita, non risposte, ecc. La sicurezza ed il buon senso imporrebbero di variare spesso le password, ma la pigrizia ed il fatto che si pensa che tanto le cose capitano agli altri spesso prevalgono. Una notizia pubblicata oggi sul sito dell’ANSA riporta un “inconveniente” imprevisto: una compagnia statunitense ha pubblicato per errore sul web le password di ben 32 milioni di utenti. Il sfortunato incidente ha permesso di osservare che circa il 20% utilizzava come password il codice numerico “123456”. Alla faccia della prudenza e …della fantasia. Occorre fare attenzione anche all’utilizzo di  date di nascita, nomi di familiari o parole che usiamo spesso. La prudenza non è mai troppa e si è troppo prevedibili.