Pessima è stata la gestione del problema dell’individuazione dell’area mercatale della nostra fiera settimanale del sabato.
Un problema che era noto all’Amministrazione da mesi e che purtroppo ha palesato la grave impreparazione di quest’ultima.
C’era tempo per fare i compiti e, al momento dell’interrogazione, il risultato è stato disastroso.
Sabato 11 marzo la fiera si è presentata, ai tanti fruitori che abitualmente la frequentano, monca di buona parte dei venditori sfigurando ancora una volta l’immagine della nostra città, ma cosa ancor più grave, danneggiando i tanti venditori ambulanti che sulla fiera del sabato fondano i loro maggiori guadagni.
La condotta incomprensibile dell’amministrazione è stata (in)capace di creare una frattura tra gli stessi commercianti che, con una nota dell’associazione provinciale di categoria, hanno denunciato gravi irregolarità nel modus operandi di chi oggi ci governa lasciando intendere che, anche stavolta, l’amministrazione abbia agito solo per favorire e tutelare qualche amico e non per trovare la giusta soluzione al problema.
Sta di fatto che l’iter seguito dalla giunta non solo è illegittimo, in quanto i provvedimenti adottati andavano discussi in Consiglio Comunale, ma soprattutto si è manifestato come inconcludente.
Confrontarsi con il consiglio comunale, con i commercianti (tutti non solo gli amici degli amici) avrebbe consentito di trovare la migliore soluzione per valorizzare un momento così importante per la nostra comunità…e non per mortificarlo come purtroppo è successo.
Violazioni di legge, litigi, polemiche, caos, scarsissimi risultati…insomma un mercato (che speriamo riesca a sopravvivere a tanta incompetenza).
Consiglieri Comunali:
Eliana Landi, Francesca Landi, Luigi Lupone, Carmine Ansalone, Gerardo Figliamondi e Giovanni Romano.