Salerno: stipendi in ritardo a Salerno Pulita, Fiadel scrive a Comune e società “Mancanza sensibilità verso lavoratori che stanno garantendo servizi”

Lavoratori di Salerno Pulita senza stipendio, appello ai vertici del Comune di Salerno. Il personale della società non ha percepito la mensilità corrente, dopo che pure la precedente era arrivata in ritardo, con un acconto di 500 euro e il saldo la settimana successiva. Scende dunque in campo la Fiadel, che sollecita tempi rapidi per fornire risposte: «Diamo atto alla prefettura, in particolare al dottor Amendola, del suo intervento per sbloccare la situazione – sottolinea il segretario Angelo Rispoli – Abbiamo avuto un incontro con l’assessore al Bilancio che comunicava lo sblocco dei fondi. Ora si profila un problema di dignità. I lavoratori non sono stati neppure avvertiti di questo ritardo dalla società. Bisogna capire se ci si trova di fronte a una crisi strutturale di Salerno Pulita o del Comune di Salerno». Dal sindacato è stata inviata una richiesta d’incontro al sindaco Enzo Napoli all’amministratore delegatori Salerno Pulita e agli assessori a Bilancio e Ambiente del Comune di Salerno, per conoscere il futuro della società: «I dipendenti sono in stato di agitazione e hanno bloccato le prestazioni straordinarie, ma stanno comunque garantendo i servizi. Ci colpisce l’insensibilità dimostrata. Esprimo la mia solidarietà ai lavoratori, da tempo avevamo chiesto un incontro e mi auguro non si debba arrivare ad azioni di rottura».