Pontecagnano Faiano: Sinistra Italiana su grande difesa litorale

Ieri 25 gennaio 2017 si è tenuta la seduta del Tavolo di Lavoro sulle Tematiche Ambientali del Comune di Pontecagnano Faiano con all’ordine del giorno il Grande Progetto a difesa del litorale di Salerno. La seduta era stata richiesta da Sinistra Italiana in preparazione al Tavolo di Concertazione annunciato dal presidente della Provincia Canfora per presentarci con una posizione condivisa e istituzionale. Alla seduta erano presenti, oltre a Sinistra Italiana, la maggioranza consiliare, il
Movimento 5 Stelle, l’associazione dei balneatori, l’associazione ISEA, l’associazione Costa Picentina e il professore Franco Ortolani. Era assente la minoranza consiliare e altre associazioni aderenti al tavolo. Già da mesi il tavolo sulle tematiche ambientali aveva dato mandato all’amministrazione di chiedere la modifica del progetto recependo due documenti: la relazione del prof Ortolani e il documento del comitato Rinascimare entrambe con la proposta di modifica del progetto nel tratto di costa di Pontecagnano Faiano. Durante la seduta di ieri il prof. Ortolani ha illustrato in dettaglio la sua proposta di miglioramento del progetto, ampiamente condivisa, inoltre sono state ribadite dai presenti le linee guida per la proposta di modifica: non perdere i fondi europei, non ritardare il progetto, aumentare la sostenibilità ambientale, aumentare la sicurezza del tratto oggi maggiormente esposto ai marosi e rendere più efficace la lotta al l’erosione. I due documenti recepiti dal tavolo vanno in questa direzione, in particolare la relazione del prof. Ortolani prevede l’eliminazione dei pennelli, una migliore gestione del ripascimento attraverso celle chiuse soffolte, con un conseguente aumento della spiaggia, Per incrementare la sicurezza si dovrà arretrare la strada litoranea, depotenziandola con la creazione di una complanare alle spalle dell’abitato costiero per il traffico di transito. Il tavolo ha dato mandato al Presidente Gallo che venga inviata al presidente Canfora una lettera a firma del Sindaco e dei capigruppo di maggioranza e di minoranza rinnovando l’invito ad incontrare la nostra amministrazione per ascoltare e recepire la proposta di modificare il progetto secondo le linee guida concordate. Inoltre si ritiene indispensabile la nomina di un tecnico per consolidare la proposta di modifica partendo da documenti già acquisti per arrivare ad una deliberazione del Consiglio Comunale.