Castel San Giorgio: festeggiamenti per l’Immacolata

 Anna Maria Noia

 Iniziano, come di consueto, oggi 29 novembre i festeggiamenti per la Vergine Immacolata – culto antichissimo, precedente la proclamazione del dogma da parte di papa Pio IX nel 1854 – presso la chiesa di S. Maria delle Grazie, attigua all’arciconfraternita omonima. Il priore Gennaro Cibelli e gli affiliati tutti, nel solco della tradizione, sono lieti di invitare la cittadinanza e i curiosi dei paesi limitrofi a partecipare alle iniziative in programma. Manifestazioni semplici, rigorosamente sobrie, ma con tanti significati: L’Immacolata Concezione di Maria è infatti sentitissima nel Sangiorgese, dove appunto sorge la congrega. Si parte stasera alle 18.15 con la recita del S. Rosario, le litanie, le lodi a Maria e a seguire la SS. Messa. Tutto questo fino al giorno sette dicembre. Inoltre in tali serate – particolarmente dal 5 al 7 del prossimo mese – si terrà il triduo solenne, predicato da padre Angelo Coronella, fondatore dell’associazione “Cares Divina Misericordia della diocesi di Alife e Caiazzo” (Caserta). La celebrazione eucaristica è prevista alle 19. Il giorno precedente la sacra ricorrenza, cioè il 7 di dicembre, la congregazione retta da Cibelli si arricchirà di nuovi confratelli: sarà dunque imposto lo scapolare di appartenenza alla confraternita a nuovi adepti – dopo la Messa. Il momento clou si vivrà lunedì 8 dicembre; ecco per la cronaca le iniziative religiose previste: alle 9.45 il parroco don Graziano Cerulli officerà la liturgia eucaristica, con l’animazione del coro “Stella maris”. Alle 11.15 un’altra Messa (quella solenne), presieduta dal già citato padre Coronella e con i canti a cura della corale “Stella maris”. Concluderà l’insieme di eventi la processione in onore della Immacolata, dalle 15.30 in poi. È un appuntamento che i Sangiorgesi doc – e in particolare i confratelli – non possono perdere assolutamente. Infine un’altra Messa a coronare degnamente il tutto. La Congrega dell’Immacolata fu fondata nel 1710.