Regione Campania: Petrone “Ancora diritti negati”

Il lavoro della Federhand Onlus – Fish Campania – Federazione regionale campana delle associazioni degli handicappati e delle loro famiglie, è una delle realtà più attive e combattenti che abbiamo sul nostro territorio. Sempre pronti ad evidenziare e denunciare qualora serva, le difficoltà di singoli o di associati cittadini con disabilità nella  difesa dei loro diritti. La Consigliera RegionaleAnnaPetrone che, con la Fish fin dagli inizi ha partecipato attivamente al lavoro di promozione per i diritti, continua a farsi portavoce delle giuste cause e delle lotte  di tale Federazione per l’integrazione sociale delle persone con disabilità partendo dall’inclusione scolastica. Un’altra ingiustizia – dice la Petrone – è in corso sul nostro territorio. “Dalla Fish Campania abbiamo saputo che circa 600 studenti con disabilità delle scuole superiori della provincia di Napoli non hanno potuto cominciare l’anno scolastico a causa dell’assenza di servizi dovuta alla mancata approvazione del bilancio da parte della Provincia di Napoli”. La Provincia, ente componente in materia, ha risposto ha tale situazione con la classica frase ormai conosciuta e ripetuta da tutti gli Enti: “qualora dovessero essere rimosse le limitazioni alla spesa disposte con deliberazione di Giunta Provinciale, si assicura la pronta disponibilità”. Tagli ai fondi, mancanza di soldi, sono le continue ed uniche risposte a quello che sono ormai definibili solo come atti di violazione e di mancato rispetto dei diritti delle persone con disabilità. “L’esperienza scolastica – continua l’On. Petrone – rappresenta per l’essere umano una tappa fondamentale della crescita personale e sociale attraverso cui si realizzano quei percorsi di autonomia affettiva e cognitiva che aprono  a tutti ed, in particolar modo alle persone con disabilità, la possibilità di vedersi protagonisti delle proprie scelte in una prospettiva di futuro”.