Pozzuoli: Coisp, imbrattato commissariato scritte oltraggiose

Non si è ancora spenta l’ eco del vile e  grave attacco alle forze dell’ordine, occorso sabato sera a Napoli in occasione dell’incontro di calcio tra le compagini di Napoli e Milan, quando un manipolo di delinquenti ha ferito cinque agenti e distrutto un’auto della Polizia di Stato con il lancio di sassi e bombe carta, che si registra un nuovo e ancor più preoccupante episodio di violenza contro le Istituzioni.  Ignoti hanno imbrattato il perimetro esterno della palazzina che ospita il Commissariato di P.S. di Pozzuoli (NA) con scritte oltraggiose “ Assassini….. A.C.A.B…… Merde….. Carlo Giuliano Vive”. Sull’ennesimo episodio diretto contro le forze dell’ordine è intervenuto Giuseppe Raimondi, Segretario Generale Regionale del Sindacato indipendente di Polizia Coisp, il quale ha dichiarato:” Sono trascorse appena 36 ore dal vile attacco ai poliziotti impegnati in servizio di ordine pubblico in occasione dell’incontro di calcio Napoli-Milan, da noi stigmatizzato e condannato duramente che purtroppo questi vili delinquenti continuano con attacchi diretti alle forze dell’ordine, nello specifico alla Polizia di Stato che in questo territorio rappresenta l’ultimo baluardo a difesa della democrazia. Condanno con tutta la forza possibile quanto di preoccupante è successo al Commissariato P.S. Pozzuoli dove ignoti hanno scritto con vernice indelebile, slogan offensivi contro la Polizia , ricordando la morte di Carlo Giuliani in occasione del G8 di Genova. Non possiamo più tollerare oltre questo sentimento di odio gratuito contro quanti quotidianamente , mettendo da parte gli interessi familiari, lavorano per il bene della collettività. Uomini e donne della Polizia di Stato e di tutto il Comparto Sicurezza ormai portano avanti il loro dovere istituzionale esclusivamente grazie allo spirito di abnegazione, in considerazione dei continui tagli al Comparto che hanno minato inesorabilmente le condizioni per garantire la sicurezza dei cittadini. Non abbiamo risorse economiche ed umane per garantire neppure la sicurezza delle strutture che ospitano i Commissariati, ed emblematico è l’episodio di Pozzuoli ove un solo poliziotto non riesce a garantire la vigilanza della struttura. Chiediamo a gran voce alle istituzioni di voler porre maggiore attenzione alle prerogative della Sicurezza, mettendo in condizione gli operatori del settore di poter svolgere il delicato compito in condizioni dignitose. “

Anche Giulio Catuogno, leader partenopeo del Coisp, ha dichiarato:” Condanniamo il vile e preoccupante episodio, chiederemo al Questore di Napoli di fare ulteriori sforzi per garantire la sicurezza degli operatori di Polizia , non dimenticando mai il nostro motto : La sicurezza è un investimento e non una spesa”.