Pompei: Cisl, ritrova 1000 €, chiavi auto, bancomat e carte di credito ma restituisce tutto

Finisce bene la disavventura di un turista straniero ‘distratto’ che, dopo aver visitato gli scavi e pregato ai piedi della Vergine del Santissimo Rosario a Pompei, si dimentica il borsello sui banchi della basilica. Più di mille euro, bancomat con il codice pin allegato, carte di credito e chiavi dell’auto erano custoditi nell’oggetto smarrito. Un ricco bottino, insomma, per chi lo avesse recuperato. Per la fortuna del turista a ritrovarlo sono stati gli onesti volontari dell’associazione Carabinieri di Pompei, Gennaro Malafronte e il segretario della Fisascat Cisl Salerno, Giuseppe Landolfi, che hanno consegnato il prezioso oggetto smarrito ai carabinieri agli ordini del primo maresciallo Tommaso Canino. Il turista si è commosso quando gli uomini dell’arma lo hanno contattato per informarlo che il borsello, con il prezioso contenuto, era stato ritrovato e custodito in caserma. L’uomo ha ringraziato i due membri dell’associazione perché, oltre a fargli recuperare il denaro e le carte di credito, ha scoperto che ci sono ancora persone che credono nel valore dell’onestà. L’uomo era disperato quando si è accorto di aver perso il borsello. Dopo averlo cercato ovunque, rassegnato, era ritornato nell’albergo napoletano dove alloggiava. Quando ha ricevuto al telefonata dei carabinieri ha pianto dalla gioia. A Landolfi sono anche arrivati i messaggi di affetto dell’intera segreteria provinciale della Cisl Salerno, e del segretario generale, Matteo Buono, per il gesto con il quale si è conquistato l’etichetta di ‘angelo custode’ insieme al collega Gennaro Malafronte.

 

Un pensiero su “Pompei: Cisl, ritrova 1000 €, chiavi auto, bancomat e carte di credito ma restituisce tutto

  1. Un sindacalista CISL completamente all’opposto del suo predecessore. Bravo lui e brava la CISL ad averlo scelto!

I commenti sono chiusi.