Regione: Petrone, Cooperative Sociali, ennesimo rinvio data da destinarsi

Oggi per l’ennesima volta la VI Commissione Consiliare Permanente “Istruzione e Cultura, Ricerca Scientifica, Politiche Sociali” non si è tenuta per l’assenza del Presidente Cons. Ruggiero Antonia, con conseguente ed inevitabile comunicazione di rinvio a data da destinarsi giunta quasi contestualmente all’orario previsto nella convocazione. Nei punti all’O. d. G.  era previsto l’esame del Testo Unificato Reg. Gen. N. 111 del 2010 n. 210 del 2011 ad iniziativa, tra gli altri, della sottoscritta e avente per oggetto: “ Disciplina, promozione e valorizzazione delle Cooperative Sociali in Campania, in attuazione della Legge 8 novembre 1991, n. 381”. Dunque occorreva dare attuazione ad una legge emanata oltre 20 anni fa che ha determinato un vuoto legislativo con evidenti ed immaginabili ripercirsioni che è inutile star qui a sottolineare. C’erano due proposte di opposizione e maggioranza di circa tre e due anni fa, che dopo uno stancante e laborioso iter erano convogliate  in un Testo Unico per colmare finalmente quel vuoto, anzi tranquillamente lo si può definire abisso normativo, disciplinando, meglio tardi che mai, l’intero settore della cooperazione sociale che rappresenta non solo parte essenziale a sostegno della fasce deboli in generale, ma che caratterizza una fetta fondamentale dell’economia campana e nazionale. Enormi, pressanti, legittime e sacrosante sono state e sono le sollecitazioni da parte del mondo cooperativistico ma, ad oggi,  la risposta è purtroppo rinviata a data da destinarsi.

Il Consigliere Regionale

Anna Petrone