Baronissi: nasce “Civicouno” per Giovani e Territorio

Sabato 20 luglio, alle ore 11,00, a Baronissi, presso il ristorante Acquarius, sarà presentata alla stampa e alla cittadinanza la neonata associazione “Civicouno”. L’associazione CIVICOUNO ha l’ambizione di aprire un cantiere di idee per realizzare una città a misura d’uomo. Una città nella quale ci si possa riconoscere e trovare le opportunità per trovare i propri bisogni: una città davvero europea. Una città che sappia valorizzare al meglio la sua risorsa più preziosa, i giovani, le scuole e l’università; che sia terreno fertile alle attività d’impresa; che sia abbastanza smart da poter produrre da sé tutta l’energia che consuma. Decine di ragazzi ogni anno decidono di lasciare la città nella quale sono nati e cresciuti per non farne, forse, mai più ritorno. “Il modello amministrativo vigente – si legge nel manifesto – non è più sostenibile, è irrimediabilmente vecchio e inadeguato. L’amministrazione dei marciapiedi e delle piazzette, delle tasse e dei debiti, non resiste a questa crisi senza precedenti. Si deve rispondere con un’amministrazione che esca fuori dall’ordinario che miri dritta ad una nuova idea di città fondata sulle opportunità per i propri cittadini. Ai cinquantenni che dopo trent’anni di servizio perdono il lavoro, e ai giovani che un lavoro vero non l’hanno mai conosciuto bisogna dare risposte forti. E’ ora di rompere con l’autismo della politica e rifondare il patto fra cittadini, politica ed istituzioni”. La Casa Comunale – conclude il manifesto – deve tornare ad essere un luogo aperto dove tutti possono discutere dei propri problemi, e non delle vicende personali dei soliti noti”. “CIVICOUNO metterà in campo un nuovo modo di intendere la politica, lo farà con serietà, coraggio e con la determinazione di chi fa quel che dice”. Questo lo slogan conclusivo del nuovo sodalizio nato a Baronissi.