Bracigliano: visita del Prefetto Pantalone

Francesca Carrano

Si è svolta, stamane, una seduta straordinaria del consiglio comunale a Bracigliano  per la visita istituzionale del Prefetto di Salerno, la Dott.ssa Gerarda Maria Pantalone. La visita è stata il momento per inaugurare il Libro d’Onore, una sorta di Annali d’eventi, che il sindaco Antonio Rescigno ha voluto istituire presso la casa comunale e che accoglierà i pensieri e le firme delle personalità che faranno visita al Paese. La casa comunale è stata in fermento per tutta la mattinata, si è trattato di un evento straordinario per Bracigliano,  non si ricordano, infatti, altre visite da parte di un Prefetto in anni recenti. Il sindaco Rescigno ha descritto al Prefetto un Paese vivo e attivo nonostante la crisi che attraversa la Nazione, un Paese che ha conosciuto un passato di emigrazione e che è ora alle prese con un presente di immigrazione. Il Paese della musica e delle ciliegie, che ha dato i natali al primo ministro guardasigilli del Regno d’Italia, ma anche dell’impegno sociale, portato avanti dalle diverse associazioni e, dell’impegno culturale ben rappresentato dalle due bande musicali. Il Prefetto si è detta meravigliata dell’enfasi data alla sua visita poiché considera l’impegno e la presenza della Istituzioni sul territorio un dovere imprescindibile di chi ricopre il suo ruolo. Grande apprezzamento è stato espresso dalla Dott.ssa Pantalone all’amministrazione per l’ordine e la pulizia che colpisce chi visita per la prima volta il piccolo comune della Valle dell’Irno. Al Prefetto è stato fatto dono di una maiolica dipinta a mano che ritrae il paesaggio di Bracigliano con i suoi simboli oltre che le note ciliegie che nel 2005, con la qualità “spernocchia” hanno avuto il riconoscimento di “più buone d’Italia”. Una nota di colore al consiglio straordinario è stata data dalla presidente del consiglio comunale, Linda Corvino, che ha voluto lanciare un messaggio di fiducia e speranza nella ripresa dalla crisi, in particolare ai giovani, parafrasando la più nota canzone di Lorenzo Jovanotti “io penso positivo”. Il suo intervento è piaciuto al Prefetto che ne ha ripreso il contenuto e invitato all’impegno tutti, Istituzioni e cittadini.