Scafati: ufficializzato re-inserimento Scarlato rete emergenza

Si è tenuto questa mattina l’incontro tra il Sindaco di Scafati Pasquale Aliberti, il Direttore sanitario dell’ospedale Mauro Scarlato Alfonso Giordano, il Direttore sanitario dell’Asl Salerno Federico Pagano e il Dott.Mario Polverino, nell’ottica di pianificare tempi ed  interventi che porteranno alla riapertura nel nosocomio con il Polo Pneumologico e al re-inserimento del Mauro Scarlato nella rete d’emergenza, così come ufficializzato con una nota dalla Regione Campania. “Questa mattina – ha dichiarato il Direttore sanitario dell’Asl Salerno Federico Pagano – ho presieduto, all’incontro presso l’ospedale Mauro Scarlato, al fine di valutare lo stato dei lavori. Ho appurato l’avanzamento di quest’ultimi e la presenza delle attrezzature necessarie ai reparti di fisiopatologia respiratoria e per il punto di primo soccorso. Con il Prof. Polverino e l’Ing. Miranda abbiamo definito una road map dei lavori di completamento che riteniamo, con dovuta cautela possano terminare, entro 8-10 settimane: il Polo Pneumologico quale punto di riferimento del meridione presieduto dal luminare Mario Polverino e il punto di primo soccorso che comporterà, per il nosocomio di Scafati il re-inserimento nella rete d’emergenza, così come validato da una nota ufficiale della Regione Campania”. Soddisfatto il Sindaco Pasquale Aliberti. “La nota ufficiale della Regione Campania che ufficializza il re-inserimento nella rete d’emergenza dell’ospedale di Scafati e l’imminente conclusione dei lavori è il risultato di una battaglia che in prima persona, insieme alla mia amministrazione, ho condotto in grande solitudine, dovendo spesso scontrarmi con le strumentalizzazioni di un centro-sinistra, che sicuramente accoglierà con dispiacere la notizia della riapertura del nosocomio cittadino. Questo traguardo è, pertanto della città, che ha manifestato, che ci ha creduto fino in fondo e che non ha mai perso la speranza di tornare a contare su una struttura ospedaliera di qualità. Un risultato, che in un momento così delicato sul piano sanitario nazionale, può essere considerato un vero e proprio miracolo, in cui pochi hanno creduto e in tanti, invece, hanno navigato contro. In questa fase importante dell’iter di completamento dei lavori, intendiamo non abbassare la guardia e vigilare affinchè siano rispettati i tempi stabiliti dal crono-programma. Ringrazio, infine, il presidente Cirielli e il Presidente Caldoro per il grande ruolo di supporto e mediazione assunto nella vicenda, dimostrando di essere vicini al territorio e ai suoi cittadini”.