Salerno: Codacons, notificato ricorso tar salerno per utenti CSTP

E’ partito il ricorso al TAR contro il Consorzio salernitano trasporti pubblici, la Regione Campania, la Provincia di Salerno ed il Comune di Salerno per il comportamento omissivo da loro assunto nella gestione del servizio pubblico di trasporto su gomma nel territorio della città e della intera Provincia di Salerno, comportamento che ha generato negli ultimi anni la parziale sospensione del servizio pubblico di trasporto. Chiesti i danni sia per coloro che erano forniti di abbonamento che per coloro che utilizzavano i mezzi per i normali spostamenti con il classico biglietto. Il Codacons, ritenendo che il trasporto pubblico è un diritto dei cittadini e che la situazione venutasi a creare è da paese del terzo mondo, dopo aver presentato denuncia per interruzione di pubblico servizio già un anno fa alla Procura della Repubblica, che ha aperto un procedimento penale, ha ritenuto opportuno con tutto il suo Ufficio Legale di inoltrare il ricorso al TAR sia per ottenere un giusto risarcimento per i danneggiati, sia perché vengano inibiti da oggi e per sempre i comportamenti omissivi tenuti dalle amministrazioni e dalla concessionario del servizio trasporto pubblico locale.“Tante le persone che si sono rivolte al Codacons chiedendo il nostro intervento – afferma il Prof. Enrico Marchetti, Presidente Codacons Campania – e tutte esacerbate dalle lunghe attese alle fermate o addirittura costrette a percorrere chilometri a piedi, come gli abitanti delle frazioni. E’ stato uno spettacolo indegno a cui siamo stati costretti ad assistere in una città che pure per altri motivi è stata elogiata”
                                                                             Presidente Codacons Campania
                                                                                      Prof. Enrico Marchetti