Capodanno 2013!

di Rita Occidente Lupo
Botti a volontà. Per uno spumeggiante 2013, che già ha lasciato sul campo le sue vittime per i botti, 2 morti e 138 feriti.  Al di là del setacciante ruolo, nella caccia all’illegalità, anche questa notte di San Silvestro illuminata a volontà. Nessuna remora economica. Nessun tintinnamento dinanzi a bengala e razzi. Gl’Italiani non mollano il monopolio delle girandole artificiali, dei bengala multicolori. Ed ancora una volta, il Capodanno s’apre su un bollettino di guerra. Salerno ha brindato sulla piazza dell’allegria,    scaraventando la voglia di salutare un nuovo anno di prosperità e benessere. Anche se il trend pirotecnico in decremento, ancora alto l’allarme per l’incolumità. Specialmente quando non si è artefici della propria sorte letale! Un anno che vedrà in campo appuntamenti nevralgici per il nostro Paese. E che elettrizza la sua disoccupazione, commista alla crisi economica, tra luci d’artista salernitane. Un vero e proprio boom turistico: la città che non  regge la mole di curiosi  specialmente dell’Agro che, nel week end, invade le arterie cittadine, bloccando il normale transito veicolare. Ma anche di quanti visitano i giardini comunali, riscoprendo i sogni dell’infanzia, tra magiche atmosfere fiabesche. Ed il Capodanno, una spinta alle diete, ai problemi, alle incertezze, per affrettarsi nella scoperta di nuovi giorni che, si spera, listino meno lutti e siano forieri di un momento di relax per il Paese. Poco importa se all’ombra dei Poli politici, in corsa per una nuova legislatura! Per tutti, l’almanacco più bello, che possa augurare salute e prosperità! Auguri!