Un giorno questo dolore ti sarà utile

Anna Rosa
Dolor hic tibi proderit olim, scriveva Ovidio.Un giorno questo dolore ti sarà utile è anche il titolo del romanzo di Peter Cameron, pubblicato in Italia dalla casa editrice Adelphi. Paragonato da molti al capolavoro di J.D. Salinger, il nuovo giovane Holden contemporaneo è un ragazzo newyorchese, James Dunfour Sveck, solitario e atipico, che spera di trovare la felicità lontano da tutti in una vecchia casa del Midwest. Ma nonostante l’apparenza James soffre della sua incapacità di legarsi agli altri “A un certo punto mi ricordo di essermi chiesto (sul serio) se non fossi geneticamente modificato, se non avessi una minuscola alterazione del DNA che mi separava appena appena ma in modo fondamentalmente dalla mia specie […] Sembrava che tutti fossero in grado di accoppiarsi, di unire le proprie parti in modi piacevoli e fecondi, ma nella mia anatomia e nella mia psiche c’era qualcosa di impercettibilmente diverso che mi divideva in modo irrevocabile dagli altri. Era una sensazione dolorosa che mi rendeva molto infelice”. Ma la tristezza, la solitudine e l’infelicità posso rivelarsi utili. È infatti la nonna di James, Nanette, l’unica persona che sembra capirlo e che lo aiuta a rivalutare il dolore e le brutture della vita.“A volte le brutte esperienze aiutano, servono a chiarire che cosa dobbiamo fare davvero. Forse ti sembro troppo ottimista, ma io penso che le persone che fanno solo belle esperienze non sono molto interessanti. Possono essere appagate, e magari a modo loro anche felici, ma non sono molto profonde. Ora la tua ti può sembrare una sciagura che ti complica la vita, ma sai… godersi i momenti felici è facile. Non che la felicità sia necessariamente semplice. Io non credo, però, che la tua vita sarà così, e sono convinta che proprio per questo tu sarai una persona migliore. Il difficile è non lasciarsi abbattere dai momenti brutti. Devi considerarli un dono – un dono crudele, ma pur sempre un dono.” Un messaggio di speranza che fa bene all’anima; un pensiero che illumina il cammino tortuoso, che spinge ad andare avanti con coraggio e tenacia anche nei periodi più bui.