Pontecagnano-Faiano: Consiglio Comunale

Si è svolto ieri sera, presso l’Istituto comprensivo “Daniele Zoccola” di Sant’Antonio, il Consiglio Comunale convocato dal Vice Presidente dell’Assise Francesco Pastore.  Il Consiglio Comunale è stato caratterizzato da spunti come sempre interessanti con una intensa discussione e l’approvazione di importanti provvedimenti. I primi due punti all’ordine del giorno hanno riguardato l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti e le comunicazioni. Il consigliere comunale Vincenzo Germano ha confermato, in uno dei suoi interventi, l’adesione al movimento Democrazia Federalista Campania dell’ex Assessore Regionale Antonio Lubritto. Il punto numero 3 relativo al riconoscimento di legittimità debito fuori bilancio-settore infrastrutture- exart.194 comma 1 lett.a) D.Lgs n.267/2000, dopo la relazione dell’Assessore ai Lavori Pubblici e Settore Finanziario Gennaro Frasca, è stato approvato con 14 voti favorevoli un astenuto e due contrari. Un risultato importante, come è stato sottolineato dal Sindaco Ernesto Sica nel suo intervento, con il quale è stata posta la parola fine ad un contenzioso che si trascinava da più di trent’anni.   Via libera anche al punto successivo, con relazione dell’Assessore Frasca,  relativo alla Salvaguardia equilibri di bilancio.Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi. Variazione di bilancio di previsione 2012- art.193 D.Lgs n:267/2000 con 12 voti favorevoli e 6 astenuti, lo stesso per il punto riguardante l’approvazione schema di convenzione per la gestione del Servizio di Tesoreria Comunale, ex art. 210 comma 2 D.Lgs. n. 267/2000. Voto all’unanimità per il punto 6 all’ordine del giorno relativo al collegamento dell’area dell’aeroporto di Pontecagnano Faiano con il nuovo svincolo dell’autostrada A3 Sa-Rc. Perizia di variante. Adozione variante urbanistica ai sensi dell’art. 19 del Dpr 327/2001 ed istituzione del vincolo preordinato all’esproprio, ai sensi dell’art. 10 commi 1 e 2 del Dpr 327/2001, per l’area interessata dall’esecuzione dei lavori. Nulla di fatto per il punto relativo l’elezione del Presidente del Consiglio Comunale che, con l’inversione, è stato inserito come ultimo punto all’ordine del giorno. L’argomento non è stato affrontato dal Consiglio Comunale che è stato sciolto per mancanza  del numero legale.