Incredibile: Taylor ha sconfitto il cancro!

Michele Montuori

Diamo qui tre buone notizie di medicina: 1) Un ingegnere inglese 79enne ha sconfitto il cancro avanzato mediante una multiterapia naturale, nell’arco di quattro mesi. 2) Si è poi trovata una correlazione tra la schizofrenia e l’infezione da toxoplasma, un parassita che infetta i gatti. 3) Una bevanda argillosa cura infine la colite ulcerosa ed il morbo di Crohn. 1) Taylor ce l’ha fatta, contro il cancro. Lo scorso mese di aprile, ad un ingegnere minerario inglese, Taylor, hanno diagnosticato una inoperabile recidiva del suo tumore al colon (che in due anni si era esteso all’intestino tenue nonostante un pregresso intervento chirurgico e cicli di chemioterapia). Lo stesso, smanettando su internet alla ricerca delle terapie migliori, se ne è fatta una sua personale, ed ora, ad agosto (dopo appena quattro mesi dalla diagnosi di recidiva e dopo quattro mesi dall’inizio della sua terapia), ha potuto esultare: dalle radiografie, il suo tumore è risultato scomparso, come se non l’avesse mai avuto. Ecco cosa ha fatto il nostro intelligente ingegnere: ha eliminato le proteine animali (carni, latte, latticini, formaggi, uova); ha utilizzato due cucchiai al giorno di orzo selvatico in polvere (per la presenza in esso di clorofilla, il sangue verde, e per la sua potentissima azione antinfiammatoria); curry (per l’effetto anticancro della curcuma); sale marino e zucchero integrali (per la loro composizione in minerali); selenio (per “convincere” le cellule tumorali ad autodistruggersi); vitamina C naturale ad alte dosi, in ragione di 24 tavolette al giorno (tale vitamina impedisce che si daneggi il DNA del nucleo cellulare ed induca quegli errori di replicazione che sono alla base del tumore); noccioli di albicocca o mandorle amare (contenenti amigdalina o laetrile o vitamina B17), che sono anticancro; dieta vegana (cereali e legumi integrali, verdure crude e frutta biologica); alga Kelp (per il contenuto in clorofilla), in ragione di 10 tavolette al giorno. A mio parere, quest’ingegnere supera tutti gli errori medici, e personalmente, pur non avendo tumori di sorta, seguo già questi consigli (dieta senza proteine animali e tutto il resto), avendovi peraltro aggiunto i due cucchiai di orzo selvatico in polvere, 10 tavolette di vitamina C naturale e 10 di alga Kelp: per stare in buona salute! 2) TOXOPLASMA E SCHIZOFRENIA. Secondo un gruppo di biologi inglesi, la schizofrenia ed il sottogruppo delle nevrosi sarebbero ascrivibili al parassita responsabile della toxoplasmosi, un protozoo che si trasmette attraverso le feci di gatto e che arriva ad infettare il 50% della popolazione mondiale, raggiungendo, dopo l’infezione, gli astrociti cerebrali, e provocando dunque l’insorgere della schizofrenia e delle nevrosi. 3) COLITE ULCEROSA E BEVANDA ARGILLOSA FANGOCUR. La colite ulcerosa (che si limita a colpire solo l’intestino crasso e il retto) ed il morbo di Crohn (diffuso a tutto il sistema digerente) fanno parte delle malattie croniche intestinali. Tali due gravi malattie si presentano con fasi di forte diarrea e crampi al ventre durante le evacuazioni. Un presidio che si è rivelato efficacissimo ha come base l’argilla di Gossendorf (regione vulcanica della Stiria, in Austria), contenuta nella bevanda curativa Fangocur, composta da sostanze preziose (come silice, zolfo, elettroliti e minerali), che attenuano rapidamente le infiammazioni morbose presenti nel sistema digerente di quegli ammalati, oltre ad essere battericide e a neutralizzare l’eccesso di acidi gastrici: così, si ferma la diarrea e si consente alle mucose intestinali di ricostituirsi. Il Fangocur si utilizza sciogliendone mezzo cucchiaino, mattino e sera, in 1/8 di litro d’acqua. E’ consigliabile attuare complementarmente, una dieta vegana (crudità vegetali): in pochi mesi, ci si normalizza.