Salerno: Boccia – Api, Cstp gli stipendi sono un miraggio e la manifestazione d’interesse incomprensibile

L’API- Alleanza per L’Italia non abbandona il Cstp, ed in particolare i dipendenti, infatti e ben vigile sugli accadimenti. Con enorme stupore, i sindacati confermano che il tanto pubblicizzato pagamento degli stipendi di maggio e giugno, comunicato come avvenuto circa una settimana fa in realtà non è ancora partito, ma l’ulteriore anomalia è che la provincia a differenza del comune di Salerno non ha fatto in modo che il pagamento arrivi direttamente al CSTP, quindi il bonifico deve arrivare in provincia e poi la provincia sperando nella propria celerità deve rigirare il pagamento al CSTP, quindi ulteriori perdite di tempo, sicuramente è un’ottimo periodo per i dipendenti del CSTP. Sempre con enorme stupore apprendiamo da voci sindacali che i parametri stabiliti dalla provincia per la manifestazione d’interesse vengano sovvertiti, facendo partecipare una società privata la Buonoturist, per carità niente a dire sulla società – Dichiara Boccia –  faccio un’appello al Presidente della Provincia di Salerno l’On. Edmondo Cirielli di seguire attentamente l’evolversi della situazione, perché la problematica è grave. L’API, grazie all’interessamento dei vertici di partito portano periodicamente gli aggiornamenti a Roma, di sicuro dopo aver risolto il problema dei dipendenti, chiederemo di conoscere le responsabilità, e soprattutto di come mai non sono state prese in considerazioni i piani industriali alternativi avanzati dai sindacati, ma saremo soprattutto vigili sul verificare se sarà effettuato nei confronti del CSTP un’utilizzo che vada oltre gli interessi dei dipendenti e del trasporto pubblico.