Salerno: Gagliano, PDL ancora una volta tradisce la città

In merito alla bocciatura dell’emendamento sul riconoscimento della metropolitana di Salerno, indispensabile per creare il presupposto di finanziamenti da parte della Regione Campania, che preclude definitivamente l’opportunità al Comune di Salerno di utilizzare fondi regionali, sono intervenuti il  Capogruppo dell’UDC al Comune di Salerno Salvatore Gagliano  ed il vice presidente del Consiglio Comunale Alessandro Ferrara, i quali attraverso il capogruppo Gagliano  hanno dichiarato: “Incomprensibile ed  ingiustificabile è il comportamento dei consiglieri regionali Salernitani del PDL e della lista Caldoro, i quali, con il loro voto negativo hanno di fatto bocciato l’emendamento presentato per creare i presupposti all’ultimazione dei lavori per il completamento della metropolitana. A differenza degli amici dell’UDC che pur facendo parte della maggioranza in maniera concreta, hanno inteso votare SI, e quindi secondo  coscienza, cosi come noi facciamo al Comune di Salerno, dimostrando di fare molta più attenzione agli interessi territoriali, anziché agli ordini di “scuderia”.E’ così esplode tutta l’incoerenza di chi ha creato il Principato Arechi, e mi riferisco ai  consiglieri regionali che ne sono parte integrante perché,  stanchi a loro dire di subire il “napolicentrisismo”, e poi gli stessi votano contro la Metropolitana, opera indispensabile per Salerno, forse solo perchè Salerno è governata da chi si è  permesso di candidarsi contro Caldoro, valorizzando e favorendo ancora una volta Napoli e la sua provincia. Questo rappresenta un autentico tradimento del territorio, ed i cittadini Salernitani hanno il dovere di ricordare questi comportamenti. – Il capogruppo Gagliano continua parlando a titolo personale  – “Con orgoglio dichiaro, ed il tutto è verificabile dagli atti, che  MAI in 10 anni ho votato un solo provvedimento che andasse contro Salerno e la sua provincia. Dalle battaglie per salvare gli ospedali, a quelle per finanziare opere per i nostri territori. Oggi viceversa ci troviamo con consiglieri che pur di obbedire ad indicazioni partitiche, tradiscono gli interessi delle nostre comunità. E mi fa rabbia, l’aver contribuito con 13.000 consensi, a favorire la vittoria di chi, anche con i miei voti personali, può utilizzarli per colpire la nostra città. Per cui dopo il mancato finanziamento del Teatro Verdi, dopo i mancati contributi alle Luci d’artista ecco la ciliegina di fine anno: La bocciatura della Metropolitana salernitana. Sarebbe interessante conoscere le considerazioni della parte residuale cittadina, di un PDL letteralmente scoppiato, e che utilizza il proprio potere, solo per danneggiare l’immagine della nostra città.

Salvatore Gagliano

Capogruppo UDC – Comune di Salerno