Cava de’ Tirreni: “Laboratori in piazza” dell’UO di Salute Mentale

I ragazzi dell’UO Salute Mentale di Cava de’Tirreni-Costa d’Amalfi, che hanno, nei giorni scorsi, aperto al pubblico l’Orto di Speranza “Ildebrando Milano”, presso la struttura di Villa Agnetti di Pregiato, saranno presenti con “Laboratori in piazza” presso la corte antistante il Teatro Comunale, al Corso Umberto I di Cava de’Tirreni, nelle sere del 28, 29 e 30 dicembre con i propri spazi espositivi e conoscitivi dei prodotti dei vari laboratori,
che impegnano gli utenti durante i percorsi di reintegro delle abilità personali e sociali. Attività laboratoriale, infatti, non è solo l’orto sociale, che vede impegnati in varie attività, dalla cura delle piante all’essiccazione ed alla creazione di tisane, sacchetti profumati o infusi liquorosi, prodotti, comunque, in esposizione durante le giornate dei “Laboratori in piazza”, ma le attività sono varie e di diversa natura. Fra queste la più giovane è il laboratorio di ceramica, con i prodotti creati dalla manuale realizzazione del pezzo ceramico grezzo, alla decorazione ed
alla cottura. I primi pezzi realizzati saranno mostrati proprio durante la manifestazione. Sarà possibile durante le serate, presso il banchetto espositivo della ceramica, creare il proprio pezzo decorato, che poi sarà cotto e potrà essere successivamente ritirato. Sarà possibile apprezzare anche le produzioni dei laboratori del Centro Diurno di Castiglione, improntati alla valorizzazione concreta e simbolica dell’arte del riciclo dei materiali poveri e di scarto. Lo scopo delle tre giornate sarà quello di illustrare l’importanza e il valore che le attività laboratoriali rivestono
nell’ambito delle nuove terapie per la salute mentale, ma anche reperire, tramite contributi liberali, risorse necessarie per l’acquisto delle materie prime ed incrementare le attività, magari riuscendo a realizzare il sogno di
aprire una vera e propria scuola di ceramica, con l’associazione dei familiari Libera-Mente, parte attiva del progetto, e con i ceramisti già coinvolti, che si sono offerti di seguire ed educare i ragazzi. Ad animare l’esposizione sarà presente anche il gruppo teatrale “Senza Rete” che rappresenta un’altra anima creativa ed espressiva dei processi riabilitativi, di particolare rilievo ed efficacia nel raggiungimento degli obiettivi di recupero e attivazione delle risorse individuali degli utenti, anch’esso attivo presso la struttura sanitaria del DSM dell’ASL Salerno. L’iniziativa rappresenta l’espressione della condivisione e del tangibile sostegno istituzionale da parte del Sindaco, prof. Marco Galdi, e dell’Assessorato alle Attività Produttive nella persona di Mario Pannullo il
quale dichiara: Ritengo questa iniziativa di grande utilità e profonda sensibilità .