Lavorare…stanca!

di Rita Occidente Lupo

Lavorare troppo …stanca! E fa male alla salute! Di qui l’esigenza di staccare la spina, di correre ai ripari, prima che il cervello vada in tilt! E’quanto emerge da una recente ricerca finlandese, che si guarda dal suggerire di superare la soglia delle 55 ore settimanali: rischio, demenza! Ovviamente il lavoro, nobilitante l’uomo, va vissuto non con senso di disagio e frustrazione: ottimale se appagante e corrispondente alle proprie attitudini. In caso contrario, viverlo con minore apprensione possibile e soprattutto tenere a freno tutte le problematiche inerenti a conflitti ed antagonismi. Per non parlare del mobbing, che purtroppo ancora spinge tanti a denunciare i propri datori di lavoro! In situazioni di disagio anche ambientale, ottimale la mediazione con quanto può apparire negativo: insomma, il lavoro, mezzo di sussistenza, d’impegno civico, ma soprattutto estrinsecazione della naturale inclinazione umana, che non può lasciarsi andare nell’ozio molle.  

Un pensiero su “Lavorare…stanca!

I commenti sono chiusi.