Napoli: Coisp, donna tenta il suicidio, salvata da due poliziotti

E’ di poche ore fa la notizia  che due agenti della sezione volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli, malgrado le avverse condizioni meteorologiche di stanotte e, nonostante il mare agitato, si sono tuffati per salvare una donna di 58 anni che aveva tentato il suicidio lanciandosi in mare.  Sulla vicenda è  intervenuto il Segretario Generale Regionale del Sindacato di Polizia COISP, Giuseppe Raimondi,  che tra l’altro ha dichiarato: “Ho difficoltà ad esprimere tutto il compiacimento mio e del sindacato che rappresento verso questi colleghi , che nonostante siano a conoscenza dei gravi ed ingentissimi tagli al Comparto Sicurezza, con conseguenze drammatiche sulla vita quotidiana di noi tutti, si impegnano con abnegazione nel loro servizio . Le mie difficoltà si presentano  nel momento in cui, dopo aver ringraziato i colleghi per lo splendido intervento effettuato, gli dovrò dire che non ci son i fondi per pagargli lo straordinario che hanno dovuto necessariamente effettuare, mancano le divise per sostituire loro quella danneggiata …..! Tutto ciò come conseguenza di una gestione dissennata della Pubblica Amministrazione, ove il Governo pone sulla stessa linea il Comparto sicurezza con le altre strutture!!!! Siamo stanchi di ripetere le stesse cose – continua il leader regionale del sindacato di polizia –  ci auguriamo che la futura classe politica sia più attenta sulla gestione del Comparto sicurezza che costituisce il baluardo della democrazia in Italia! Per quanto riguarda i due colleghi che valorosamente hanno messo a repentaglio la loro incolumità, dimenticando il fatto di essere padri di famiglie e dando un lampante esempio di abnegazione , chiederemo insieme al Segretario Generale Provinciale di Napoli Giulio Catuogno  che vengano premiati per questo atto eroico dal Questore Merolla