Salerno: La Nostra Libertà, la città delle luci

Lo scorso anno, attraverso il nostro giornale e il nostro sito, con lo spirito costruttivo che caratterizza l’azione de La Nostra Libertà per la città che amiamo, pur criticando l’eccesso di spesa e la mancata valorizzazione dei nostri artisti ma apprezzando l’impatto sul turismo e sul commercio nonchè la promozione dell’immagine della nostra città, in riferimento all’evento Luci d’Artista raccogliemmo suggerimenti e istanze per la viabilità, i turisti, il commercio, le strade, la cultura e l’identità della città. E si propose: servizio navette continuative CSTP da opposti punti di ingresso della città con creazione di ampie zone parcheggio, ad esempio via Ligea e zona orientale; chiusura al traffico veicolare privato di via Roma, come a capodanno o San Matteo, consentendo il flusso veicolare solo sul lungomare, così favorendo l’idea della festa e l’efficacia del servizio navette; negozi aperti fino alle ore 22,00; momenti di attrazione e di spettacolo per zone omogenee di passeggio; filodiffusione omogenea in tutte le aree di passeggio; inserimento nel circuito dei “mercatini di Natale” presenti nelle città d’Europa e d’Italia; promozione delle aree non coinvolte dalle Luci d’Artista; filar di luci, anche di basso costo, in ogni strada non attinta dalle Luci d’Artista, ed in particolare sui rioni collinari, nell’idea della “Città delle Luci” e quindi della luminarietà complessiva e del compatto messaggio promozionale; riduzione in molti punti dei percorsi delle “Luci” della illuminazione pubblica ordinaria, per un più gradevole effetto (in via Trento stridono i glicine delle luminarie con il giallo dell’illuminazione pubblica) e abbattimento dei costi. Alcune problematiche son state affrontate, altre no, per cui si ribadiscono le stesse proposte, nell’interesse della città e della riuscita ancor più importante dell’evento. Fiduciosi di un favorevole e pronto riscontro, distinti saluti.

 

Associazione La Nostra Libertà

Il delegato dott. Pasquale Cicalese