Salerno: Ciccone sui trasporti

Le recenti dichiarazioni del ministro per le Infrastrutture Altero Mattioli, ristabiliscono un criterio di verità all’interno della vicenda metropolitana di Salerno, su cui il sindaco uscente (e ci si augura per il bene di Salerno mai più rientrante) Vincenzo De Luca sta alzando un polverone per nascondere il nulla di fatto della sua amministrazione, come è successo per la cittadella giudiziaria, il palasport ed altre fondamentali opere pubbliche ancora al palo. Il mio ruolo di assessore provinciale ai Trasporti mi obbliga ad alcune puntualizzazioni in materia. Il fatto che la metropolitana sia pronta a funzionare è una totale invenzione del sindaco De Luca per una serie di evidenti problemi che non sono ancora stati risolti. a) per far sì che una metropolitana funzioni è necessario che sia presente un treno che trasporti le persone, treno che pare essere compreso nel Contratto d’Appalto, pare essere compreso nella previsione dei fondi già stanziati dalla Regione ma che non compare (forse non tutti sanno che i fondi pubblici sono serviti per pagare un contenzioso con la società appaltatrice per un errore dell’Amministrazione -€ 9’000’000,00 ); b) per far sì che una metropolitana sia degna di tale nome è necessario che la stessa debba essere tale da garantire un collegamento continuo verso quella parte del territorio comunale che attrae maggiormente l’utenza (forse non tutti sanno che la metropolitana originariamente doveva attraversare tutto il territorio comunale dallo Stadio Arechi alle zone estreme del Centro Storico – Via Monti ma che per cattiva gestione economica dell’appalto è stato necessario tagliare la “metropolitana” lasciando attivo soltanto il tratto orientale, ovvero dallo Stadio Arechi alla Stazione Centrale, escludendo in pratica tutta la parte più interessata dalla domanda di mobilità in ingresso nel Comune di Salerno); c) per far sì che una metropolitana sia degna di tale nome è necessario che la stessa abbia una frequenza nei passaggi ed una velocità tale da risultare in qualche modo appetibile all’utenza che se ne serve (forse non tutti sanno che per garantire un sistema metropolitano di questo tipo è necessario un sistema di segnalamento non previsto in appalto dal Comune di Salerno). Dalle dichiarazioni di De Luca sembra quasi che la metro di Salerno sia stata realizzata col denaro del Comune, mentre la Regione stia solo pensando a finanziare quella di Napoli. In realtà la Regione sta finanziando a Napoli la costruzione dell’opera così come è stato fatto in passato per Salerno. Altra cosa è la messa in opera del servizio. A dire tutta la verità la metro di Salerno è stato pensata male, portata avanti ancora peggio e senza pensare assolutamente alla qualità del servizio da rendere alla città. A oggi non si sa nulla sulla frequenza delle corse e addirittura si parla di un treno ogni 70 minuti. All’altezza della stazione ferroviaria centrale il binario si interrompe e manca un’idea generale su come collegare la metro all’intero sistema della mobilità cittadina, provinciale e regionale. Appare sconcertante pensare che qualcuno ritenga che un servizio sia pronto a partire solo perché sono state realizzate le opere murarie delle stazioni. E’ del tutto evidente che bisogna dunque mettersi al lavoro per rendere il servizio efficace pensando anche ai collegamenti con l’aeroporto, ma tutto questo va fatto con un’azione coordinata tra Comuni, Provincia e Regione, senza iniziative solistiche che sinora nulla hanno portato alla città di Salerno, se non una vuota conflittualità spesso causa di penalizzazioni pesanti sul fronte dei finanziamenti pubblici.

 

Un pensiero su “Salerno: Ciccone sui trasporti

  1. parli ancora Ciccone !!!!! dai caccia il coraggio e dillo pubblicamente che questi tagli sono gli errori di bassolino all’epoca stavi nella margherita se non sbaglio , poi si sono aggiunti gli erorri di Caldoro , per giustificare le poltiche nordiste di Tremonti .. intato i biglietti aumentano i lavoratori perdono il posto di lavoro e la Provincia e sopratutto la Regione non fanno un bel Niente !!! ABBASSO LA POLITICA DEI TAGLI AL SUD A FAVORE DEL NORD( NON HO NIENTE DA DIRE A TE COME PERSONA SEI UN UOMO A DISPOSIZIONE DEI + DEBOLI ED UN AVVOCATO CHE HA VERAMENTE AIUTATO TANTE PERSONE NON SOLO DURANTE LE SCADENZE ELETTORALI , ANZI SEI CRESCIUTO DA SOLO CON LE TUE FORZE ) Ma contesto la tua Politica è questo sarebbe la Politica del Principato di Arechi diveva Sora Lella : ANNAMO BENE …..

I commenti sono chiusi.