Salerno: chiusura caccia, Guardie WWF denunciano bracconieri e uccellatori

Vasta operazione delle Guardie del WWF Italia– sez. di Salerno, con il Coordinamento dei Responsabili Provinciali di Salerno e Regione Campania, per contrastare l’attività illecita di “bracconaggio” nel periodo ultimo, dell’annata venatoria.  Oltre 20 Guardie del WWF Nucleo di Salerno, in condizioni atmosferiche decisamente avverse,  hanno operato, in maniera particolare, nelle zone calde dell’Agro-Nocerino-Sarnese. Sequestrati richiami acustici vietati, ed in particolare sul fiume Sarno in piena Area Parco, è stata smantellata una postazione fissa, illegale,  per la caccia agli acquatici e sequestrati stampi in plastica posizionati in acqua come zimbelli, per la cattura di anatidi. Purtroppo non identificati i responsabili. Verbalizzati diversi cacciatori,  per illeciti amministrativi relativi ad esercizio di caccia senza il rispetto dei limiti di sicurezza previsti per le adeguate distanze, da strade ed abitazioni e per mancate annotazioni delle prescrizioni obbligatorie, sui tesserini Regionali.  A San Marzano sul Sarno (Sa), venivano scoperti e sequestrati oltre 40 volatili, appartenenti a specie particolarmente protette, detenuti in voliere artigianali, senza alcuna autorizzazione, tra cui  12 Frosoni, 9 Cardellini, 5 Lucherini e una decina di Tordi Bottaccio.  Denunciato il proprietario – A.L. 55 anni,  residente in loco, il quale deteneva anche 15 gabbie trappola,  perfettamente funzionanti ed un discreto quantitativo di reti di cattura. L’intervento di recupero del corpo del reato, vista la particolare difficoltà delle operazioni è stato Coordinato in sinergia con la Sez. Radiomobile Carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore, immediatamente allertati e giunti sul posto. Stessa situazione a Nocera Inf. dove ad E.G. di anni 53 sono stati sequestrati 5 Cardellini e diverse gabbie trappola in funzione di adescamento, denunciato all’Autorità Giudiziaria, come previsto dalla legge. Durante le attività di controllo ambientale,  sono state identificate diverse postazioni di scarico e deposito incontrollato  di rifiuti,  diverse approssimative postazioni, sul fiume Sarno, utilizzate, quasi certamente, nei prossimi a venire, mesi di Marzo e Aprile per l’ abbattimento delle  Marzaiole”, anatre di transito sulle nostre rotte di migrazione in “ Periodo di totale chiusura di CACCIA”.

Un pensiero su “Salerno: chiusura caccia, Guardie WWF denunciano bracconieri e uccellatori

  1. Il bracconaggio è una piaga senza fine. Grazie al lavoro paziente e costante delle forze dell’ordine chi si macchia di questo ripugnante crimine ogni tanto la paga. Nei giorni scorsi il tribunale di Chiavari ha condannato un bracconiere di Borzonasca che aveva ucciso alcuni esemplari di lupo. Il fulgido esempio di raro intelletto andava in giro con una collana fatta con i denti delle povere creature. Naturalmente aveva anche in casa un vero arsenale, ma è noto che i cacciatori sono “i veri ecologisti” senza cui l’ecosistema collasserebbe. Ovviamente gli stimatissimi membri della federcaccia locale non si sono espressi in merito alla vicenda di Borzonasca: temevano di confermare con eventuali dichiarazioni i sospetti sul Q.I. medio del cacciatore dopo l’exploit del loro socio? Il dubbio è lecito.

I commenti sono chiusi.