Tramonti: Mediterranean Garden Society inglese per un giardino molto segreto

Con la classica e risaputa precisione inglese, la prestigiosa Mediterranean Garden Society di Londra, dopo ripetuti sopralluoghi, in questi giorni realizza per i propri aderenti un particolare viaggio in Campania: i giardini storici e quelle di particolare valenza ambientale e umana. L’Orto Botanico di Napoli, la Coccumella di Sant’Agnello, villa San Michele di Anacapri e villa Lennox a Capri, villa Rufolo e villa Cimbrone a Ravello e il Giardino Segreto dell’Anima a Campinola di Tramonti sempre in Costa d’Amalfi. Una visita, quest’ultima, che sarà effettuata nel pomeriggio dì giovedì 30 settembre e che esprime la tensione di ricercare luoghi fuori dai consolidati circuiti turistici e realtà con storia recente ma molto legata al territorio e ai curatori. Come hanno avuto modo di constatare con particolare soddisfazione sabato scorso i numerosi e competenti soci dell’Hortus Magnus di Salerno.Nato e sviluppato da poco più di dieci anni, il giardino è già assurto all’interesse di esperti e amatori italiani e stranieri, ma anche della stampa, per i contenuti, il carattere, la storia, i significati e lo spirito che lo animano. Per dare nuova vita al lascito ereditario dell’antica famiglia Telese e preservarne la memoria, Enza Telese e Antonio De Marco con il figlio Giancarlo hanno dato vita ad una “creatura” che si segnala per non aver goduto di progettazioni di professionisti ma solo di quanto l’esperienza, la passione e il piacere suggerivano e stimolato, per la manutenzione che viene curata personalmente, la stabilità delle piantagioni (oltre 900 specie, varietà e ibridi) con la quasi totale assenza di fioriture annuali, per le possibilità terapeutiche del giardinaggio, per concretizzare un’ attrazione qualificata per il territorio di Tramonti, la possibilità di proporre il giardino con obiettivi didattici e conoscitivi, di incentivazione della sensibilità e del gusto per il bello. Un Giardino per tutto l’anno con molti micro settori ciascuno raro e interessante che riassumono contesti di varie regioni italiane: un piccolo ma ricco agrumeto, un ricercato roseto con circa 300 specie, una cospicua collezione di piante aromatiche ed officinali (tra cui salvie, lavande, rosmarini, menta), molte varietà di ortensie, di spiraee, ibischi, emerocalli, lillà, magnolie, oleandri, ginestre, lantane, camelie, glicini, bignonie, inoltre specie succulente, alberi da frutto (anche di antica e piuttosto insolita varietà), un orto, una collezione di viti di diversa varietà da pasto e da vino e molto altro.Un complesso di tremila metri quasi “segreto”, protetto dalle siepi miste, che vive essenzialmente delle emozioni ed implicazioni all’interno di se stesso e nelle “alte vedute”, mentre la famiglia Telese De Marco si dedica al “lavoro di Adamo” con le difficoltà del fare e creare personalmente, per la ricreazione interiore personale, le emozioni i piaceri e le sensazioni e raccolgono concretamente i frutti e i sapori di tali atmosfere, secondo le stagioni. Come in questo periodo, con tutte le fioriture e i frutti stagionali: le  rose, gli astri, le lantane, le lagestroemie, le cassie, i ciclamini, ma anche i fichi, i pomodoro, le giuggiole e tanto altro.Il Giardino Segreto dell’Anima chiuderà per lavori dall’1 al 14 ottobre ma poi sarà visitabile liberamente con preavviso telefonico al 3478790007.