Pisciotta: 13^ediz. Festival Internazionale del Cinema

Ai confini del reale è il tema della 13a edizione del Mediterraneo Video festival in programma da venerdì 24 a domenica 26 settembre 2010 nel suggestivo borgo antico di Pisciotta (SA). Il sindaco di Pisciotta Cesare Festa, ha accolto il festival con grande entusiasmo, affermando che “all’interno del paesaggio mediterraneo, il paesaggio del Cilento e di Pisciotta in particolare, costituisce un bene ed una risorsa da offrire alla visione ed alla fruizione di un evento come il Mediterraneo Video Festival che si pone come scambio tra le culture mediterranee”. Il Parco Nazionale del Cilento e lo scenario di Pisciotta diventeranno per tre giorni il set aperto della 13a edizione del Mediterraneo Video Festival che  porterà sugli schermi film di grande impegno sociale e civile. Il Festival è nato nel 1998 a Elea/Velia per iniziativa di Maria Grazia Caso nell’ambito della presentazione della Convenzione europea sul paesaggio e ha ottenuto nel corso delle edizioni successive il patrocinio dell’Unesco, del Conseil International du Cinéma, e il sostegno dell’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Il Presidente del Parco Amilcare Troiano  riguardo al festival ha dichiarato che  – “Il paesaggio del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano  costituisce  un intreccio inestimabile di storia, natura e cultura  che viene valorizzato grazie alla vivacità di idee, di azioni, di stimoli culturali ed eventi come il Mediterraneo Video Festival, festival internazionale del cinema documentario, provenienti dal territorio, ed alla grande attenzione che il Governo riserva per la tutela  di  quest’area protetta,  destinata a svolgere finalmente il ruolo di centro della cultura  del Mediterraneo”.Sono otto i film in concorso tra italiani e stranieri in selezione ufficiale tra cui The curse of the sands di Cristina Bocchialini e dell’egiziano Ayman El Gazwy, L’ultima lettera di Antonello Carboni, Corde di Marcello Sannino, Campania Burning di Andrea D’ambrosio. Cargo di Vincenzo Mineo,  Lavoratori del Mare di Domenico de Ceglia, Non c’è più una Majorette a Villalba di Giuliano Ricci, Les fleurs à la fenêtre di Giovanni Princigalli. La giuria composta da Tamara Alessi, Marco Leopardi, Lorenzo Marinelli assegnerà il premio “Mediterraneo Video Festival 2010” al miglior documentario in concorso nella serata di domenica 26 settembre 2010. Per la sezione  fuori concorso dedicata agli incontri d’autore, il festival presenta il documentario Hair India di Raffaele Brunetti e Marco Leopardi  premio speciale MedfestTerritoriB&B Film, Filmtank (coproduzione), Terra (coproduzione), NDRArte (coproduzione). Un racconto sul culto della bellezza nell’era della globalizzazione. Welma è  il fim di Piero Tomaselli,  premio Speciale Medfest a Camilla Zanoner,  come migliore attrice protagonista. Produzione ACT Multimedia, Prospettiva T teatrino del Rifo, nel cast Giammarco  Tognazzi, Giorgio Monte, Manuel Buttus, Camilla Zanoner, Le Quattro Volte il film di  Michelangelo Frammartino, premio Speciale Medfest “Ai confini del Reale”. Produzione Invisibile Film, Ventura Film, Vivo Film, Essential Filmproduktion, in collaborazione con Caravan Pass, Altamarea Film distribuito da Cinecittà Luce. Presentato alla Quinzaine di Cannes, il film è una visione poetica sui cicli della vita e della natura, sulle tradizioni dimenticate di un luogo senza tempo. Extended Video Arts è la sezione dedicata alle dinamiche tra arte e paesaggio che vedrà la presenza di autori come Irena Skoric cineasta croata con la sua opera video ON / OFF ; Mimmo Paladino dà colore e forma ai visionari e malinconici versi del poeta Edoardo Sanguineti, interpretati dalla voce di Toni Servillo con L’Invenzione di Don Chisciotte. Open Air Museum è il titolo del video realizzato da Franco Chirico, dedicato all’artista Fausto Delle Chiaie. L’artista mostra le sue opere “multifigurative” al pubblico, così come egli stesso, diventa anche custode dell’opera. Lo spazio espositivo è quello di Piazza Augusto Imperatore. Durante le giornate del festival oltre alla sezione video dedicata all’arte contemporanea sarà organizzata una collettiva a cura di Augusto Pandolfi. Quattro autori “Ai Confini del Reale” : Parrella, Prota, Sica, Todero. Un confronto a 360° sulla cultura per conoscere le realtà del paesaggio mediterraneo e del mondo. Al festival nel corso delle varie edizioni hanno partecipato tra gli altri: Gillo Pontecorvo, Silvano Agosti, Renzo Rossellini, Izza Genini, Jamal Ouassini, NourEddine Fatty, Matteo Garrone, Mimmo Calopresti, Fernanda  Pivano, Bruno Lauzi, Joseph Rovira, Milan Knezevic, Mario Martone, Kaled Fouad Allam, Paolo Benvenuti, Giulio Scarpati, Giuseppe Piccioni, Alberto Grifi,  Mariano Rigillo, Antonietta De Lillo, Eugenio  Bennato, Roberto Perpignani, Ugo Gregoretti,  Nicola Giuliano, Gianfranco Rosi. Nel corso degli anni il Mediterraneo Video Festival ha incentrato la sua attività sul recupero la valorizzazione della cultura delle regioni del Mediterraneo, ponendosi come obiettivo quello di rafforzare il  legame affettivo con il patrimonio culturale, con i segni  della storia, con i saperi, esaltando le potenzialità dei luoghi. Su questi aspetti e argomenti ha costituito un prezioso archivio cinematografico del mediterraneo con  opere di straordinario valore artistico ed informativo.